• Sab. Mag 21st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

‘140 anni di Stampa Locale’: oltre 200 i visitatori della mostra promossa dal Circolo della Stampa di Cento

DiGiuliano Monari

Nov 5, 2014

5Di Franco Vergnani

Come festeggiare in maniera degna i dieci anni del Circolo della Stampa di Cento che già nella sua denominazione mantiene vivo il ricordo di un grande uomo di cultura come Giuseppe Pederiali? Semplicemente festeggiando un’altra pagina importante della nostra storia, quella della ricorrenza dei 140 anni che sono trascorsi dalla pubblicazione del primo periodico centese: Il Piccol Reno.

 Allora ecco che grazie alla disponibilità dei dirigenti della Partecipanza Agraria che ci hanno messo a disposizione una delle proprie sale, del Comune di Cento in maniera specifica dell’Assessorato alla cultura e al nostro impegno, abbiamo allestito una mostra che riporta in vita un percorso tracciato sulle pagine di tanti, tantissimi quasi un centinaio di periodici che dal 1874 ad oggi hanno informato, fatto gioire, arrabbiare, polemizzare i centesi e tutti coloro che almeno una volta hanno sfogliato le pagine di questi piccoli grandi messaggeri di cultura locale.

La mostra nata non senza qualche difficoltà ben presto superate dalla volontà dei componenti del Circolo della Stampa, ha dato i suoi frutti: tanti visitatori (oltre 200: un piccolo record per una mostra settoriale) e molti personaggi illustri che ci hanno voluto onorare con la loro presenza e i loro complimenti, nei giorni di svolgimento della mostra. Soddisfatti, provati ma felici di come sia andata questa ennesima prova che il Circolo ha voluto affrontare e adesso possiamo dire con orgoglio di aver messo in campo una bella iniziativa, traendo da questa esperienza, la volontà di proseguire nel cammino intrapreso. La volontà che anima i componenti del Circolo, per dichiarazione del suo Presidente Giuliano Monari, è quella di non fermarsi dopo questa bella performance, ma “come è nostra abitudine, dopo un successo siamo già al lavoro per un’altra grande iniziativa”

Lascia un commento