ORCHESTRA CITTÀ DI FERRARA – Fioccano le scritture anche da fuori provincia

Visite: 248

giovanni poloFERRARA – L’Orchestra Città di Ferrara reduce in luglio dalle apprezzate prestazioni artistiche nel Castello Estense per le opere La Traviata e Il Trovatore è stata scelta per un due altri impegni operistici in Romagna, la Tosca di Giacomo Puccini, andata in scena al Castello Sismondo in Piazza Malatesta a Rimini, e la prossima Aida di Giuseppe Verdi che andrà in scena all’Arena Palutina di Sarsina, in provincia di Forlì, venerdì 12 agosto 2016.

«Sì – conferma Giovanni Polo, direttore artistico della Ocf e primo clarinetto dell’ensemble – nel nostro immediato futuro c’è un impegno sempre più crescente verso l’opera. Questa Aida sarà diretta dal maestro Fabrizio Da Ros, con cui abbiamo fatto anche la Tosca a Rimini con ottimo successo di pubblico e critica; ora stiamo provando a Sarsina, proprio in questi giorni. Siamo passati da un castello all’altro, da quello Estense di Ferrara a quello dei Malatesta di Rimini, alla storica Arena Palutina. Certo i luoghi esercitano anche su di noi orchestrali la loro suggestione. Ci spingono a dare il meglio. Questa Aida sarsinesepoi è particolarmente ricca di belle voci, a cominciare dalla protagonista, Raffaella Battistini.»

Altri interpreti principali sono il tenore Massimiliano Pisapia nel ruolo di Radames,  Varduhi Khachatryan in quello di Amneris e Francesco Baiocchi nei panni di Amonasro. La regia è di Gianmaria Romagnoli.

Share Button

Share