CENTO, IN MOSTRA A PALAZZO DEL GOVERNATORE “UN’IDEA PER LA LIBERTÀ’’

E ora tocca a voi battervi gioventù del mondo; siate intransigenti, sul dovere di amare. Ridete di coloro che vi parleranno di prudenza, di convenienza, che vi consiglieranno di mantenere il giusto equilibrio”. I versi di Raoul Follereau che danzano attorno ai petali di una rosa rossa, simbolo di vita, ma anche del sacrificio e del sangue versato dai combattenti di allora; il filo spinato che le fanno da gambo fra il bianco e il verde, a richiamare l’idea del cambiamento e della decisa separazione tra il prima e il dopo la Liberazione; la bandiera, con l’unione dei tre colori che simbolicamente richiama all’unitario intento di Liberazione che ha animato la lotta partigiana. Sono questi gli elementi caratterizzanti dell’elaborato di Maria Amato, studentessa della III H della scuola ‘F.lli Taddia’ che ha vinto l’edizione 2017 del concorso per l’esecuzione grafica dell’immagine di copertina del depliant ufficiale del 25 aprile.

La premiazione del concorso, organizzato dal Comune di Cento in accordo con la sezione di Grafica pubblicitaria dell’Istituto professionale, si terrà sabato 22, alle 10.30, in Galleria Bonzagni, nell’ambito delle celebrazioni in occasione del 72° anniversario della Liberazione. Durante la mattinata saranno presentati gli elaborati e verrà consegnato il riconoscimento al bozzetto vincitore.

Tutti i progetti, realizzati dagli alunni delle classi III G e III H, coordinati dai docenti Nicoletta Marchi, Silvia Reatti e Gian Luca Pasini, saranno esposti a Palazzo del Governatore, fino al 7 maggio, protagonisti della mostra ‘Un’idea per la libertà’ (apertura da lunedì a giovedì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 15.30 alle 19.30).

Il bozzetto di Maria Amato è stato riconosciuto «efficace, profondo e completo nei suoi diversi elementi, visuali, cromatici, simbolici e verbali», «particolarmente funzionale al messaggio connesso con la Festa della Liberazione Italiana».

(foto: elaborato Maria Amato)

libertà

FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi

Lascia un commento