GLI AIUTI AI PROFUGHI EBREI E AI PERSEGUITATI – IL RUOLO DELLA GUARDIA DI FINANZA: CONFERENZA SULLE FIAMME GIALLE IMPEGNATE NEL PROTEGGERE I PERSEGUITATI EBREI

A conclusione degli eventi per la celebrazione del Giorno della Memoria, il
Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ferrara ha organizzato una
conferenza dal titolo “La Guardia di Finanza 1943-1945 – L’aiuto ai profughi e ai
perseguitati sul confine orientale”.
La conferenza, organizzata con il patrocinio della Prefettura di Ferrara e del
Museo Storico della Guardia di Finanza di Roma, si è tenuta oggi in Ferrara
presso la “Biblioteca Ariostea”.
All’evento, oltre alle massime Autorità cittadine, hanno partecipato gli studenti di
del Liceo Sociale Carducci e dell’Istituto Vergani-Navarra di Ferrara, che hanno
mostrato grande interesse e coinvolgimento nell’apprendere l’impegno profuso
dai militari delle Fiamme Gialle che, contro l’Olocausto e le leggi razziali, a
rischio della propria vita, si sono prodigati nel proteggere i perseguitati ebrei,
nonché i deportati militari e politici, dal regime nazista.
In qualità di relatori sono intervenuti:
– la Presidente dell’Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Professoressa
Anna Maria Quarzi, che ha svolto una relazione su tre episodi che hanno
riguardato altrettanti cittadini ferraresi salvati dalla Guardia di Finanza;
– il Direttore del Museo Storico della G. di F., Maggiore Gerardo Severino ha
evidenziato il ruolo dei militari del Corpo a favore dei profughi ebrei e dei
perseguitati sul confine orientale.
All’evento ha partecipato il Comandante Regionale Emilia Romagna, Gen.D.
Giuseppe Gerli, che ha introdotto i lavori riferendo sull’importanza della ricerca
storica relativa a un periodo tanto cruciale e sul ruolo svolto dalla Guardia di
Finanza e dai propri militari caduti nell’adempimento del dovere per
salvaguardare la vita dei perseguitati dai nazifascisti.

FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi