CELEBRATO IL VENTENNALE DEL GEMELLAGGIO TRA Cento e Székesfehérvàr

È stato celebrato, sabato 23 giugno, il traguardo dei 20 anni del gemellaggio tra Cento e Székesfehérvàr. L’Amministrazione comunale ha accolto in sala consiliare la rappresentanza ungherese composta dal vicesindaco Péter Róth, dall’assessore del Gabinetto del Sindaco Dávid Gerebics e dall’assessore alla Cultura Miklós Samu.

Era il 19 agosto 1998 quando venne siglato il trattato ufficiale di gemellaggio, in cui sono culminati gli scambi culturali, sociali, sportivi ed economici, fra Cento e Székesfehérvàr iniziati nel luglio del 1997. I primi contatti furono intrapresi da centesi che là avviarono la propria attività economica negli anni Novanta e che favorirono l’incontro tra le autorità delle rispettive città.

«Dall’intraprendenza e dallo spirito di condivisione dei nostri concittadini – ha affermato il sindaco Fabrizio Toselli – si è sviluppato questo gemellaggio, che rappresenta una preziosa opportunità per coltivare occasioni di scambio e nuove esperienze, per consolidare autentici legami di amicizia tra comunità di lingue e tradizioni diverse, ma inserite nella comune casa europea. È dunque certamente motivo di arricchimento. Per questo è nostro obiettivo rafforzarne lo spirito, definendo visite e progetti, favorendo contatti e legami solidi tra i nostri popoli, incoraggiando anche un ruolo centrale per i nostri giovani».

La prossima visita della delegazione centese nello storico centro Transdanubio sarà ad agosto, dopo quella del luglio 2017, che l’assessore ai Gemellaggi Mariacristina Barbieri ha voluto ricordare. «Mi sono davvero sentita a casa – ha testimoniato -. Quando sono entrata nella sala dedicata al Comune di Cento mi sono molto commossa».

«Venti anni fa – ha affermato il vicesindaco Róth – c’erano molte cose che noi non abbiamo visto: da allora è cambiato molto, ma non la volontà di riprendere questo legame forte. Vi aspettiamo con le realtà sportive, economiche e culturali. Noi torniamo sempre con affetto ed è per questo importante presentarvi la mostra che vi abbiamo portato».

L’esposizione è stata inaugurata in sala Zarri. «Documenta – ha spiegato Róth – il rinnovo e lo sviluppo della nostra città».

«Székesfehérvàr – ha rimarcato il vicesindaco Simone Maccaferri – è molto ospitale, dinamica, in forte espansione economica e orgogliosa di mostrare le sue specificità».

La visita è proseguita con la partecipazione alle iniziative culturali della giornata.

FacebookTwitterGoogle+FlipboardLinkedInWhatsAppLineGoogle GmailBlogger PostEvernoteCondividi

Lascia un commento