CARNEVALE DI PIEVE: GRANDE SUCCESSO DELLA PRIMA SFILATA

Visite: 523

I tredici carri mascherati tornano nel centro storico di Pieve di Cento il 10 e 17 febbraio 2019
Nonostante il maltempo che ha colpito il territorio, la scorsa domenica 3 febbraio il Carnevale di
Pieve è comunque andato in scena, per offrire alla comunità dell’area metropolitana alcune ore di
svago in compagnia, incontrando un importante successo di pubblico che ha gremito piazza e vie
limitrofi, complice anche la temperatura mite.
La prima sfilata è stata inoltre occasione del primo ciak del film “Mio fratello rincorre i dinosauri”,
con Alessandro Gassman e Isabella Ragonese tra i protagonisti. Il Carnevale di Pieve è stato infatti
scelto come una delle scene principali della pellicola, che sarà girata nel nostro centro alcuni giorni
delle prossime settimane.
I tredici carri mascherati realizzati dai ragazzi del Comitato Società Carnevalesche della Pro Loco
torneranno in Piazza Andrea Costa domani, domenica 10 febbraio, con una coinvolgente apertura
della quale è stata incaricata la ZASTAVA ORKESTAR, la balkanic band proveniente dalla
Maremma, nuovo ospite della kermesse pievese.
Lungo il circuito non mancheranno i giocolieri de Il Biciclèn, il truccabimbi di Punto e Virgola e i
personaggi dei cartoni animati preferiti dai bambini. Il Carnevale di Pieve è una manifestazione da
sempre partecipatissima, e dedicata alle famiglie: per questo l’ingresso rimane a offerta libera.
Pieve di Cento offre ai tanti turisti l’opportunità di una visita ai Musei cittadini: come ogni
domenica i musei pubblici saranno aperti e visitabili con ticket unico di 5€ (possibili riduzioni e
gratuito per i residenti) dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30: Museo della Musica presso il
Teatro A. Zeppilli, Pinacoteca civica e Museo delle Storie di Pieve. Alla Sala Partecipanza è ancora
visitabile gratuitamente la mostra “Francesco Cavicchi. Il pugile contadino” con le foto storiche
che Walter Breviglieri ha scattato al campione di pugilato pievese.

Share Button

Share

Lascia un commento