H.O.P.E. 1° CLASSIFICATO L’IS BASSI BURGATTI CON PARTNER IL COMUNE

Visite: 215

H.O.P.E., acronimo di Hopeful Open-minded Peers in Europe, è il progetto vincitore del bando regionale rivolto agli Istituti scolastici di II grado dell’Emilia-Romagna per lo svolgimento di attività a valenza internazionale.

Presentato il 21 gennaio dall’Istituto Bassi-Burgatti, co-progettato con il Comune di Cento e l’Istituto Cevolani, il progetto prevede l’applicazione della metodologia didattica dell’alternanza scuola-lavoro in modo innovativo, favorendo l’acquisizione di competenze civiche e sociali e il potenziamento di competenze relative alla cittadinanza europea.

Insieme a giovani provenienti da tutta Europa, sei studenti dei due istituti centesi parteciperanno il prossimo aprile alla sessione del Model European Parliament – M.E.P. in Romania, un’attività di simulazione della plenaria del Parlamento europeo. I giovani, suddivisi in Commissioni corrispondenti a quelle del Parlamento europeo, affronteranno specifici temi di attualità sociale, politica economica e culturale e redigeranno proposte di risoluzione che verranno illustrate, discusse e votate per ottenere l’approvazione parlamentare.

La chiave di lettura è quella di concepire tanto il sistema di istruzione, quanto il mercato del lavoro, come unico, integrato, senza barriere nazionali all’interno dell’Europa: la strategia educativa del progetto H.O.P.E. mira a creare competenze rispondenti alle attuali esigenze del territorio nazionale ed europeo, favorendo l’inserimento nella società con conoscenze, capacità relazionali e operative adeguate. L’acquisizione della consapevolezza di avere un ruolo attivo nelle istituzioni, della comprensione del valore del pluralismo culturale e del confronto democratico sono solo alcuni dei risultati attesi dal progetto approvato a finanziamento.

«La promozione delle politiche europee del Comune di Cento consiste anche nel supportare concretamente le istanze e le iniziative del territorio volte a incentivare la formazione di cittadini responsabili e consapevoli delle loro potenzialità, al fine di contribuire fattivamente alla costruzione di un’Europa partecipata – spiega il vicesindaco Simone Maccaferri -. Un augurio ai giovani dei due istituti, che possano apprendere il massimo da questo inedito percorso formativo e diffondere a loro volta le proprie conoscenze, sia ai colleghi europei che centesi».

Share Button

Share

Lascia un commento