DA TOSELLI UNA INTERVISTA LUNGHISSIMA PER NON DIRE ASSOLUTAMENTE NULLA: NESSUNA SMENTITA

Visite: 374


“L’attesa smentita non c’è stata. Scrive Piero Lodi in una nota stampa.

Evidentemente per il sindaco Toselli avere tentato di allargare la propria maggioranza (a questo punto “civica” solo di facciata) con l’ingresso formale di Forza Italia è una cosa normale.

Anche se si era presentato ai Centesi chiedendo il loro voto con un programma ed un progetto del tutto diverso.

Toselli sottolinea il fatto che il vicesindaco è ancora Simone Maccaferri (che intanto rimane in imbarazzante silenzio) come se questo fosse in qualche modo rilevante.

E’ stato lo stesso Contri a dire con chiarezza che all’offerta della poltrona di vice ha risposto “no grazie”.

E’ dunque normale che Maccaferri sia ancora al suo posto: se si cerca un altro vicesindaco e tutti gli interpellati dicono “no grazie” va da sé che non avviene nessuna nuova nomina…

Toselli con chi avrebbe dovuto/potuto sostituire Maccaferri se nessuno ha voluto imbarcarsi sulla sua barca, in evidente difficoltà?

Non è dato sapere – peraltro – a quanti Toselli abbia in questi anni offerto quella carica.

Ma stando alle voci di piazza sono davvero molti coloro ai quali è stata nel tempo offerta/promessa/proposta o anche solo ipotizzata una nomina…

Dunque Fabrizio Toselli non nega.

Né nella nota stampa diffusa ieri né in una intervista fiume in video oggi.

Questo chiude ogni dubbio.

Si apre così una nuova pagina che parte da una premessa chiara: l’attuale Sindaco, tradendo ogni promessa fatta alla Città, ha cercato di trovare aiuto per fronteggiare il malcontento crescente (e magari anche per cercare di ottenere per sé qualche prospettiva futura). Snaturando il progetto con cui si era presentato.

Forza Italia non ha accettato di entrare in Giunta.

Toselli ieri sulla stampa ha sottolineato anche che “Pettazzoni è ancora all’opposizione”. Evidentemente anche la Lega, quindi, ha detto “no grazie”.

Questi fatti non sono però in nessun modo utili come prova della correttezza del Sindaco e del suo rispettare le promesse fatte alla Città.

Sono fatti che allungano, invece, l’elenco dei fallimenti di questo Primo cittadino che a quanto è oggi chiaro non è riuscito neppure ad allargare la propria maggioranza pur disinteressandosi delle promesse fatte e di ogni minima forma di coerenza.

Oggi, poi, Toselli non parla nemmeno più del suo sostegno alla candidata leghista alla Presidenza della regione.

Evidentemente anche su questo fronte lo spregiudicato ed inconcludente Toselli ha registrato un ulteriore fallimento: ha scelto il cavallo sbagliato e ha intanto visto sfumare ogni possibilità di una poltroncina in ambito regionale.

Nei tantissimi minuti (troppi per non dire nulla) a lui riservati su Area Centese, Toselli ha poi dimostrato di non avere perso il vizio di promettere al vento: ancora un fiume di parole che ad oggi non ha però prodotto nessun fatto.

La promessa finale ha invece il sapore della minaccia: “continuerò ad occuparmi di Cento e mi ricandiderò”.

Peccato. Sarebbe stato meglio se avesse riservato un gesto d’amore per questa Città annunciando le sue dimissioni. Cento infatti deve voltare pagina il prima possibile.

E’ molto triste – conclude la nota – che né il Sindaco né la sua maggioranza, pur di fronte a quanto è diventato evidente negli ultimi giorni, riescano a trovare coraggio, coerenza e dignità per staccare la spina”.

Share Button

Share

Lascia un commento