• Mar. Apr 13th, 2021

Il primo giornale telematico di Cento

RISORGICENTO: “CASA BASTELLI” e non solo e’ una cosa indecente!”

Share

“E’ una cosa indecente!” è stata la risposta lapidaria che ci hanno dato 20 cittadini/e centesi ai quali abbiamo
chiesto cosa ne pensavano dello stato di evidente degrado dell’immobile sito in piazza Guercino e conosciuto
come “Casa Bastelli”. Siccome a Cento ci si conosce un po’ tutti Vi possiamo assicurare che il “campione”
interpellato era espressione dei più disparati orientamenti politico-sociali presenti in città: nessuna faziosità,
dunque, ma un diffuso senso di ribellione per una situazione che si trascina da ben oltre OTTO anni…..
Quando ci sono situazioni del genere è chiaro, pertanto, che l’Amministrazione comunale del Sindaco
Toselli – attualmente in carica – ha precise e gravi responsabilità se dopo ben 5 anni di gestione del Comune
non ha saputo affrontare e risolvere una situazione che potrebbe avere anche gravi implicazioni per la salute
pubblica…..Non ci sono scusanti.
Quindi le critiche su questa vicenda che possono arrivare al Sindaco Toselli dai consiglieri che
appartengono alle “opposizioni” in Consiglio comunale sono più che legittime, oseremmo dire “DOVEROSE
perché se c’è di mezzo la salute pubblica e fenomeni di degrado urbano non si possono fare sconti a nessuno.
A meno che…. A meno che le recenti polemiche apparse sulla stampa non siano strumentali ….. Otto anni …
ma Toselli è sindaco da cinque! Chi era sindaco prima dell’attuale? Cosa fu fatto nei tre anni precedenti
l’elezione di Toselli? Chi è il consigliere che recentemente ha sollevato la questione (alla vigilia dell’inizio
della campagna elettorale per l’elezione del nuovo Sindaco)?
BINGO!!!!
Il fustigatore di Toselli sul degrado di casa Bastelli non è un consigliere della Lega Nord, non è l’avversario di
Toselli al ballottaggio di qualche anno fa, non è neanche di Libertà per Cento o dell’Onda …non è uno del
gruppo P.D. ma è proprio lui in persona l’ex sindaco, il predecessore di Toselli!!!
Quello che chiudeva per mesi e mesi il marciapiede vicino al punto prelievi dell’Ospedale di Cento perché
ricoperto di mer.. di piccioni! E che si decise a far fare le dovute pulizie dopo che l’allora Presidente della
Consulta di Cento (gran rompicoglioni!) fece esposti all’USL, alla Procura della Repubblica ed ai Nas di
Bologna! Allora il nostro Fanfulla si diede subito da fare, altro che Toselli che lo manda in bianco di mese in
mese e non fa un c…. Si è forse “dimenticato” il nostro ex come si possono “velocizzare” certe pratiche se
veramente stanno a cuore? O gli anni passati nel palazzo non gli hanno proprio insegnato nulla? Poi il caso di
via Facchini mica fu il solo mer..io di quei tempi! Anche in Via Matteotti, ed in alti parti della città c’era mer..
ovunque! Si è dimenticato Fanfulla della latrina a cielo aperto a 10 metri dalla Pandurera? Eppure l’AUSL gli
indirizzò un verbale “pesantino” se n’è dimenticato? Se vuole rinfrescarsi la memoria gliene possiamo dare una
copia!!! Magari anche gli articoli dei giornali di allora con tanto di foto!!!
La cosa che più sconcerta in questa vicenda – sicuramente negativa per la Giunta Toselli – è che
comunque le varie così dette “opposizioni” in Consiglio comunale non abbiano fatto nulla di concreto per
costringere la Giunta ad intervenire fattivamente! Hanno solo abbaiato un po’ per dare l’impressione che ci
sono e “fanno opposizione”….. ma è tutta una commedia! Se le “opposizioni” vogliono veramente portare
avanti questioni e problematiche che interessano i cittadini hanno ben altri strumenti delle sole interrogazioni
ed interpellanze … “tenere alta l’attenzione” è un eufemismo usato dai “venditori di fumo”!
Un’opposizione vera deve sapere anche fare delle proposte concrete e fattibili, trovare le azioni pubbliche
ed istituzionali per incidere nell’attività amministrativa della Giunta comunale, coinvolgere i cittadini quando
ritiene che l’azione della Giunta sia non adeguata, e questo vale per tutti i gruppi che nel Consiglio comunale
di Cento si dichiarano “di opposizione”, fare solo interpellanze, interrogazioni, comunicati stampa e menate del
genere serve solo per autogiustificare una sedicente rappresentanza che di fatto col tempo si è svuotata di
contenuti e di prospettive.
Cento, 04. 04 2021 RISORGICENTO
Gruppo Civico Autonomo

Share

Lascia un commento