• Mar. Ott 26th, 2021

Il primo giornale telematico di Cento

PIERO LODI: “I DIPENDENTI COMUNALI SONO UNA RISORSA, RESPINGO QUANTO AFFERMATO DA TOSELLI CERCANDO DI SCARICARE LE RESPONSABILITA’ DEI SUOI FALLIMENTI”

DiInternet e dintorni

Set 30, 2021
Share

Ho lavorato fianco a fianco con la macchina comunale per 5 anni. 5 anni non qualunque, 5 anni non banali. Prima e dopo il terremoto ho toccato con mano le professionalità e il senso di attaccamento all’Ente della stragrande maggioranza dei dipendenti del nostro Comune. Li ho visti coi miei occhi lavorare la sera e persino la notte, se necessario. Lo so perché ero lì con loro. Allo stesso modo, dai banchi delle minoranze, ho visto negli ultimi 5 anni la macchina comunale sfiorire, perdendo, petalo dopo petalo, figure importanti che hanno scelto (o si sono viste costrette) di proseguire la loro storia professionale in altri comuni. Negli ultimi cinque anni ho toccato con mano gli effetti di scelte sbagliate, ad esempio relativamente alla figura dell’ingegnere (anzi architetto) capo del nostro Comune. Ho visto è toccato con mano lo scoramento di molti dipendenti, costretti ad un “fare e disfare” reso necessario da direttive della politica, dell’Amministrazione, confuse e contraddittorie. Sempre all’ultimo minuto o fuori tempo massimo. Respingo dunque con fermezza quanto detto da Fabrizio Toselli ieri durante “la grande sfida” quando ha cercato di scaricare le responsabilità dei suoi fallimenti su una macchina che a suo dire “viaggia a 50 all’ora, a 20 all’ora”. Il nostro Municipio può correre, anzi volare. Ha dimostrato di saperlo e volerlo fare. La velocità dipende da chi siede al volante! Se chi guida sbaglia strada, tentenna, torna indietro per mero interesse personale cercando di perseguire il consenso e ignorando il reale interesse della città, la macchina comunale, senza guida, non può che mettersi “in folle”…. Rinnovo la mia stima e il mio grazie ai dipendenti del Comune di Cento. Sono una risorsa e un patrimonio. Una grande squadra che per tornare a vincere ha bisogno di un nuovo allenatore.

Share

Lascia un commento