• Gio. Set 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: in via di risoluzione i problemi ‘telematici’ delle Poste

DiGiuliano Monari

Dic 10, 2014

posta cento esternoDi Marco Cevolani

Dovrebbero essere risolti entro la giornata di oggi i problemi sulla linea telematica di Poste Italiane che sta creando, da ieri, numerosi disagi per quando riguarda il servizio di accettazione della corrispondenza (pacchi e raccomandate) presso gli uffici postali.”
Non è un problema solo di Cento – fanno sapere dall’ufficio postale della nostra città”…speriamo, perchè proprio in questo periodo sono aumentate le tarrife per spedire e non è certo positivo quello che sta succedendo. Questo problema di natura informatica non fa che aggravare ulteriormente i disagi del “nostro” ufficio postale, che purtroppo non si sono risolti nè con l’ampliamento (vanificato dal posizionamento di alcune pareti mobili interne che diminuiscono lo spazio per il pubblico) dell’ufficio postale nè con l’emettitore di biglietti automatici che regola l’afflusso alle casse. Anzi, quest’ultimo provvedimento non ha fatto che acuire i problemi fino ad allora presenti: non sempre è chiaro agli utenti quale “lettera” devono prendere, poi non tutte le casse sono abilitate a “chiamare” tutte le lettere e perciò alcune di esse rimangono indietro. Senza poi considerare che le procedure (per qualsivoglia operazione: dall’accetazione di una raccomandata al cambio di un vaglia) sono molto lunghe e macchinose. A questo poi vanno aggiunti alcuni utenti (purtroppo soprattutto fra i giovani) che non sanno, tanto per fare un esempio, la differenza tra mittente e destinatario. All’ufficio postale di Cento manca inoltre uno sportello dedicato alle imprese e spesso sono aperte solo poche casse, quindi disagi su disagi. La situazione non sembra destinata a migliorare, con particolare riguardo alla consegna della corrispondenza, dato che – come ha detto qualcuno dell’ufficio posta a “microfoni spenti” – che il servizio del porta lettere è per Poste Italiane una rimessa e presto, forse, lo daranno in appalto. Il problema vero è che una vera alternativa a Poste Italiane non c’è. Sul territorio nazionale, è vero, operano diversi corrieri, ma hanno prezzi elevati o non hanno sedi in tutte le città, questo fa si che una persona sia obbligata a rivolgersi a Poste Italiane (che ormai, purtroppo, non fa solo servizio di poste) e quindi, disagi o no, in fila ci devi stare.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento