• Mer. Dic 7th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: PROSEGUONO I LAVORI DI RIPARAZIONE AL CIMITERO

DiMarco Cevolani

Nov 21, 2016

Proseguono i lavori di riparazione con rafforzamento locale del complesso monumentale del cimitero di Cento. Lunedì 21 novembre inizieranno le operazioni di installazione del ponteggio perimetrale nella zona di ingresso cimitero e di bonifica della copertura delle due cappelle dell’area inagibile.

In concomitanza con i primi giorni della settimana prossima l’accesso principale al camposanto verrà interdetto: sarà utilizzato quello secondario per consentire l’esecuzione degli interventi in completa sicurezza. La riapertura è prevista verosimilmente nella mattinata di venerdì.

Procede dunque il cantiere, consegnato all’impresa appaltatrice il 10 ottobre scorso, e che ha la caratteristica di svilupparsi parallelamente sul lato est e ovest, sfruttando un approccio simultaneo su fronti contrapposti: svettano già le due gru affrontate.

Si è già tenuto intanto, lunedì scorso, l’incontro con i proprietari delle cappelle di famiglia, per fare il punto della situazione. Durante il sopralluogo con gli operatori tutti i manufatti sono stati fotografati: la documentazione verrà conservata a garanzia della loro condizione.

«Contiamo entro sei mesi di poter restituire alla comunità la piena fruizione del cimitero – afferma il sindaco Fabrizio Toselli -. Così che possano tornare a portare un fiore sulle tombe dei propri cari anche le famiglie, che da oltre quattro anni attendono. Le recenti commemorazioni dei defunti sono state le ultime di disagio, reso meno acuto dal sostegno dei nostri volontari di Protezione Civile e Anc, cui tutti siamo grati».

L’opera di recupero del camposanto centese, il cui importo a contratto è di 828.517 euro, contempla interventi di riparazione dei danni riportati dalle strutture, di messa in sicurezza e rinforzo dei solai di sottotetto dei colonnati, di rinforzo dei colonnati, di ripristino delle coperture e delle finiture, di riparazione e messa in sicurezza degli elementi di carattere artistico più vulnerabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.