• Mar. Gen 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: tutti i provvedimenti assunti sinora dall’Amministrazione Comunale in tema di Coronavirus

DiGiuliano Monari

Mar 13, 2020

MISURE A FAVORE DEL MONDO ECONOMICO CENTESE
Il Comune di Cento sospenderà i termini di pagamento delle imposte comunali di affissioni e Cosap.
Circa i pagamenti annuali sotto i 1500 euro con scadenza 31 scorso, chi non ha ancora versato potrà farlo entro il maggio. I pagamenti annuali sopra i 1500 euro, che vengono rateizzati, vedranno la scadenza di aprile posticipata al 31 luglio, la scadenza di luglio posticipata al 31 ottobre e la scadenza di ottobre posticipata al 31 dicembre.
La stessa dilazione delle date è valida anche per il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche riferibili ai mercati.
«È giusto sostenere le attività economiche e in particolare quelle del commercio, in grande sofferenza – afferma il sindaco Fabrizio Toselli -, con un segnale concreto, che attesti l’attenzione e la sensibilità dell’Amministrazione comunale. Ciò in attesa dei prossimi decreti del Governo».
Il Comune di Cento aveva inoltre già chiesto al gestore Clara spa la sospensione della Tari fino al completo esaurimento dell’emergenza Covid-19, consentendo dilazioni di pagamento alle attività produttive e commerciali del territorio.

CONFERMATE RETTE E TARIFFE SCONTATE PER I SERVIZI SCOLASTICI
Il sindaco Fabrizio Toselli conferma il provvedimento che prevede che non venga conteggiato nelle rette e nelle tariffe scolastiche il periodo di forzata sospensione delle attività scolastiche.
La decisione vuole andare incontro alle famiglie, circa 800, i cui bambini frequentano i nidi comunali e le quattro materne paritarie convenzionate e a quelle che usufruiscono dei servizi di trasporto scolastico e doposcuola.
«Attraverso questa scelta – spiega il primo cittadino – vogliamo sostenere le famiglie, a fronte proprio di questo stato di emergenza: un segnale concreto di attenzione verso i nuclei familiari, già messi a dura prova dalla situazione e dal suo protrarsi».

UN PROGETTO PER LA SPESA A DOMICILIO
L’Amministrazione comunale di Cento da una settimana sta lavorando a un complesso progetto per la consegna domiciliare di spesa e generi alimentari.
«Complesso – illustra il sindaco Fabrizio Toselli – perché la nostra volontà è quella di estenderlo a tutti gli over 65 anni che vivono da soli, non soltanto a quelli già in carico ai Servizi Sociali per particolari problematiche. Per questo è in corso una mappatura».
Il servizio si svolgerà grazie all’impegno e alla disponibilità dei volontari di Protezione Cvile Ana.

A CENTO LA CONSEGNA FARMACI DOMICILIARE DI CRI E FEDERFARMA
Anche il Comune di Cento aderisce all’accordo di collaborazione che Federfarma Nazionale ha sottoscritto con la Croce Rossa Italiana per garantire la consegna a domicilio dei farmaci a favore di soggetti anziani, non autosufficienti o con sintomi/affetti/in quarantena da virus Covid-19.
«Un sincero ringraziamento – rimarca il sindaco Fabrizio Toselli – alle farmacie del territorio centese che hanno aderito e alla nostra Croce Rossa che ha dato la propria disponibilità. Questa è la dimostrazione concreta di come bisogna collaborare in momenti come quelli che stiamo vivendo: insieme per i nostri cittadini».
Ne sono destinatari le persone con oltre 65 anni, soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (oltre 37,5°), persone non autosufficienti o sottoposte alla misura della quarantena o, in ogni caso, risultati positivi al virus, in possesso di prescrizione medica.
Vi si può accedere esclusivamente attraverso il numero verde 800.065.510, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
Il personale CRI, in uniforme, ritira la ricetta o il promemoria dal medico e si reca presso la farmacia più vicina al domicilio dell’utente, salvo diversa indicazione di quest’ultimo. Ritira quindi i farmaci, informando il farmacista nel caso siano destinati a soggetti non autosufficienti o sottoposti a quarantena o positivi al Covid-19 e anticipando gli eventuali importi dovuti (costo del farmaco o ticket). I farmaci vengono consegnati dal personale CRI in busta chiusa all’utente, che provvede al rimborso degli importi.
Il servizio è gratuito: l’utente deve sostenere solo i costi legati all’acquisto del farmaco ovvero al pagamento del ticket. Si svolgerà per tutta la durata dell’emergenza sanitaria (temporaneamente prevista dal Governo fino al 3 aprile 2020).
La Croce Rossa ha inoltre deciso di attivare il “Volontariato Temporaneo” permettendo così a tutti, dopo una breve formazione online, di poter supportare le attività dell’associazione a favore della popolazione, fra cui proprio la consegna dei farmaci alle persone vulnerabili. Si può aderire compilando il form all’indirizzo https://volontari.cri.it/ o chiamando il numero verde 800 – 065510 per essere ricontattati dal Comitato più vicino. Possono aderire tutti i cittadini, maggiorenni, che godono di un buono stato di salute, italiani o di uno Stato dell’Unione Europea o di uno Stato non comunitario purché in possesso dei dovuti permessi; chi non ha maturato condanne, con sentenza passata in giudizio, o per chi è interdetto dai pubblici uffici.

Lascia un commento