• Ven. Ago 12th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

CR CENTO CONTINUA A SUPPORTARE FAMIGLIE E AZIENDE COLPITE DAL SISMA

DiGiuliano Monari

Nov 4, 2013

esterno cassa di risparmio di centoGià assegnati, tramite la Banca, contributi a fondo perduto per oltre 14 milioni di euro . La Cassa di Risparmio di Cento, fin da subito vicina alle popolazioni dei territori colpiti dal sisma del maggio 2012,  prosegue con le iniziative a supporto di famiglie e imprese, tra le quali quella per l’ottenimento dei  contributi a fondo perduto  stanziati dallo Stato tramite la Cassa Depositi e Prestiti ed il meccanismo di assegnazione della Cambiale Errani, per un totale complessivo di 6 miliardi di euro.

Ad oggi a CR Cento sono già pervenute dai Comuni delle zone terremotate 173 Disposizioni  di concessione di contributi per un importo totale superiore a 14 milioni di euro.

In base a quanto stabilito dalla normativa che regola l’iter di accesso alla Cambiale Errani, privati e aziende possono inoltrare le richieste rispettivamente al Comune di riferimento o alla Regione Emilia-Romagna. In seguito all’approvazione da parte degli Enti pubblici dei progetti di intervento presentati, la Banca concede finanziamenti, con durata variabile tra i 15 e i 25 anni, utilizzando i fondi messi a disposizione da Cassa Depositi e Prestiti.

Le filiali di Cassa di Risparmio di Cento che,  ad oggi, hanno elaborato ed erogato i  volumi di  contributi più rilevanti sono quelle di Vigarano Mainarda e Mirabello, in Provincia di Ferrara, con importi rispettivamente pari a 2,32 e 2,22 milioni di euro, distribuiti su 16 e 32 interventi. Superano il milione di euro anche le somme delle Cambiali Errani gestite dagli sportelli di Finale Emilia (1,75) e Sant’Agostino (1,26).
La Sede della Banca a Cento ha perfezionato erogazioni per un importo complessivo di oltre 660mila euro.

In base a questi dati, ponderati per il numero di filiali presenti sul territorio,  Cassa di Risparmio di Cento si pone al vertice della graduatoria delle banche con filiali in Emilia-Romagna per la quantità di Cambiali Errani lavorate, collocandosi davanti, tra gli altri, a Popolare Emilia Romagna e Unicredit che vantano una presenza ben più capillare nell’area colpita dal sisma.

Va sottolineato come, per i privati, le Cambiali Errani emesse al 27 settembre siano 1.646, numero che, rapportato a quello relativo alle ordinanze di inagibilità su immobili residenziali (19.752), genera una percentuale pari all’ 8,3%. Quindi, oltre il 90% delle famiglie che hanno subito danni non ha ancora inoltrato domanda di contributo.

 


Siamo fortemente impegnati nell’assistere famiglie ed aziende per l’ottenimento dei contributi relativi alla  ricostruzione, per i quali si è fin da subito attivata la Regione Emilia- Romagna” dichiara il Presidente di Cassa di Risparmio di Cento Carlo Alberto Roncarati. “Siamo in grado, grazie al nostro personale specializzato, di assicurare, nel minor tempo possibile, l’erogazione dei contributi, nel rispetto delle tempistiche previste dagli accordi stipulati tra ABI e Cassa Depositi e Prestiti”. “Siamo fiduciosi e contiamo sul fatto che il notevole flusso di contributi ancora da erogare possa contribuire alla ripartenza dell’ economia locale”.   

A questo lavoro si aggiungono anche i nove progetti realizzati nelle Province di Ferrara, Modena e Bologna con i fondi per 90mila euro raccolti grazie alle 380 donazioni ricevute da tutta Italia e dall’estero, oltre al diretto contributo della Banca. In particolare, i territori interessati sono stati: Bondeno, Mirabello, Poggio Renatico, Sant’Agostino, Vigarano Mainarda, Finale Emilia, Pieve di Cento, Crevalcore e Galliera.

Inoltre, a tali iniziative della Banca, si aggiunge un importante sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento, che ha destinato 1,5 milioni di euro alla costituzione di un apposito Fondo di Garanzia  destinato ad incrementare le percentuali di garanzia dei Consorzi Fidi territoriali per i finanziamenti che verranno concessi dalla Banca in aggiunta agli eventuali contributi pubblici (ad es. Cambiale Errani) e rimborsi assicurativi, nel caso in cui questi non abbiano interamente coperto i costi sostenuti, agevolando in questo modo l’accesso al credito delle imprese ed anche dei professionisti colpiti dal sisma.
Con la realizzazione di questo progetto, Fondazione e Cassa di Risparmio di Cento intendono fornire ulteriore supporto al tessuto economico colpito dal sisma, a fronte dei danni materiali e, aspetto importante, anche immateriali subiti.

Il personale di Cassa di Risparmio di Cento è a disposizione dei clienti e di tutti gli interessati sia per fornire consulenza sugli aspetti finanziari e sul meccanismo di funzionamento del nuovo Fondo di garanzia della Fondazione, sia per approfondire le modalità di erogazione dei contributi assegnati con la Cambiale Errani, per la quale è possibile presentare domanda fino al prossimo 31 dicembre, fatte salve ulteriori proroghe.

Lascia un commento