• Mer. Lug 24th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

LETTERA AL DIRETTORE: “tempi biblici per la consegna di un loculo”

DiLettera al Direttore

Set 30, 2021

Gentile Direttore, Vorrei informare la comunità sulla mancanza di certezza amministrativa, incapacità di controllare i processi interni e l’assoluta insensibilità verso il lutto e il dolore da parte del comune di Cento. La vicenda è la seguente:- a maggio-giugno 2021 mia madre di 82 anni mi chiede di attivare una concessione per un loculo cimiteriale 80×80 presso il cimitero di Cento nel nuovo reparto U. – a giugno mia madre paga gli oltre 4000 euro necessari per attivare la concessione trentennale e i servizi cimiteriali indicano che pur essendo pronti i loculi, il comune non gli ha ancora consegnati. Attendono a breve la consegna (anche perchè ne sono stati assegnati e pagati diversi).- mi reco presso il cimitero per verificare personalmente che i loculi sono finiti.  Coincidenza vuole che incontro il marmista li stava lucidando il quale m’indica che il suo lavoro sarebbe finito all’indomani. Siamo a fine giugno.- Purtroppo il 2 luglio dopo alcuni mesi di sofferenza viene a mancare mio padre di 92 anni. Da sempre i due anziani desideravano essere sepolti presso il cimitero e precipitando la situazione la mamma le aveva promesso che le avrebbe acquistato una bella casina più piccola dove doveva aspettarLa. – In quei giorni insisto con i servizi cimiteriali perché mi consegnino il loculo per poter seppellire l’urna funeraria di mio padre. La risposta è sempre la stessa siamo in attesa che il comune ce li consegni. – a luglio contatto il comune descrivendo la situazione e cercando di sensibilizzare gli uffici sulla situazione di una vedova anziana che non può dare degna sepoltura all’uomo con cui ha vissuto per oltre 60 anni ed è costretta contro la sua etica ed emotività trattenere provvisoriamente in casa le ceneri.- devo mandare una seconda e-mail ad agosto ed una terza a settembre per ricevere finalmente una risposta scritta da parte del comune di cento nella persona della responsabile dei lavori pubblici. – Oggi 30 settembre contatto il comune, vengo informato che i loculi non sono stati ancora consegnati e che le procedure interne necessarie non sono ancora concluse. Alla mia assertiva e decisa interrogazione sulla incapacità di rispettare le “proprie tempistiche” indicate dalla loro dirigente il 6 settembre mi attendo un atto di responsabilità e una perentoria indicazione di consegna considerando la situazione emotiva e delicatezza psicologica che subisce mia madre per una loro incapacità di governare i processi interni. La risposta è stata che non riesce a darmi una nuova data e che dobbiamo risentirci fra 10 giorni. Dopo avere esplicitato il rammarico e il mio giudizio severamente negativo rispetto alle loro inadempienze l’ho informata che mi riservavo di fare conoscere la situazione alla comunità centese. I punti che credo siano importanti sono:- la trasparenza e la certezza delle procedure devono essere un cardine nel rapporto cittadino-amministrazione- un tema che tocca il dolore, la morte e le sensibilità dei nostri anziani dovrebbe avere una risposta non solo efficace, ma anche empatica da parte dei nostri amministratori.

Lettera firmata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.