• Sab. Ott 1st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Oltre 13,8 milioni di euro per 196 interventi nelle aree del sisma – Nel Comune di Cento stanziati € 47.267

DiGiuliano Monari

Lug 4, 2013

Di Giuliano Monariterremoto cento 29 maggio 2012-1
Oltre 13,8 milioni di euro per 196 interventi nelle aree del sisma. Lo definisce un’ordinanza che autorizza interventi provvisionali urgenti di messa in sicurezza su strutture pubbliche e private. L’ordinanza numero 77/2013 del presidente della Regione e commissario delegato alla Ricostruzione, Vasco Errani, varata oggi pomeriggio. Con l’atto, vengono autorizzati interventi provvisionali indifferibili e urgenti di messa in sicurezza e la conseguente spesa prevista per ciascuno di essi nelle province di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia. Nella lista delle 196 operazioni, richieste dai Comuni e recepite dalle Province, 121 riguardano la messa in sicurezza di edifici di residenza pubblica Acer, 20 sono di ripristino ad aree e strutture impiegate per la gestione dell’emergenza, mentre le altre sono relative alla messa in sicurezza di palestre e impianti sportivi, edifici pubblici e chiese.

A Bondeno è previsto un intervento provvisionale per la messa in sicurezza del Bacino di Calma dell’impianto idrovoro e irriguo Pilastresi (700.000 euro) e uno di messa in sicurezza della Sala Pompe dell’impianto idrovoro e irriguo di Stellata (800.000 euro), entrambi necessari per garantire la sicurezza idraulica del territorio.

Nel Comune di Cento saranno stanziati € 47.267 per la messa in sicurezza dell’arco dell’edificio “Ex-bagni pubblici”, mentre a Mirabello si investiranno € 21.408 per la messa in sicurezza dell’immobile sito in via Provinciale n.5 che incombe su via Provinciale n.67, intervento urgente per la delimitazione della S.P. 65 (zona rossa di interdizione), in C.so Italia, tra intersezione con via Masetti e via Giovecca, finalizzato alla salvaguardia della pubblica incolumità.

Sempre al Comune di Mirabello sono destinate piccole cifre per rimborsare le spese del puntellamento e transennamento sulla sede del Municipio, per l’istituzione di senso unico alternato sulla S.P. 67 Mirabello – Casumaro e di altre deviazioni stradali nella fase di emergenza del terremoto.

Lascia un commento