• Ven. Gen 21st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

‘PARTECIPA’: TERZO ANNO DI ESPERIENZA PER STUDENTI DI ISIT E IPSIA

DiGiuliano Monari

Giu 11, 2014

1Di Giuliano Monari

Sono una decina i giovani di Isit Bassi Burgatti e Ipsia Taddia di Cento che quest’anno, dal 30 giugno al 6 luglio, si recheranno a Sessa Aurunca in provincia di Caserta per una esperienza formativa e di lavoro su terreni confiscati alla mafia e alla camorra. Il Campo si svolgerà sul bene confiscato “A. Varone”, a Maiano di Sessa Aurunca (CE) e gestito dalla cooperativa sociale “Al di là dei Sogni”. Il campo sarà animato non solo dai soci e dai volontari della stessa cooperativa ma anche dalle diverse associazioni, cooperative ed imprese del territorio che, in questi anni di attività, hanno costruito legami e realizzato sinergie. “Si tratta del terzo anno – hanno spiegato i docenti che accompagneranno i ragazzi (8 femmine e due maschi) – che aderiamo a questo progetto e quest’anno abbiamo scelto Sessa Aurunca che si trova in un terreno confiscato alla camorra”.  Il bene è esteso per 17 ettari di terreno, diviso in tre lotti: Il lotto dove vengono ospitati i campisti è di 7 ettari ed è così articolato:
– una struttura abitativa, in cui sono residenti soggetti svantaggiati inseriti in percorsi di -formazione ed inserimento lavorativo;
– un ufficio;
– agriturismo (work in progress);
– una palestra;
– un laboratorio di trasformazione dei prodotti agricoli, a marchio N.C.O. (Nuova Cooperazione Organizzata) per la realizzazione dell’iniziativa “FACCIAMO UN PACCO ALLA CAMORRA”;
– fattoria didattica e sociale;
– agricoltura biologica, sinergica e a scopi didattici.

Tipologia di lavoro:
I volontari saranno coinvolti nella coltivazione di ortaggi, nella raccolta e nella lavorazione all’interno dell’impianto di trasformazione dei prodotti agricoli. Potranno così acquisire conoscenze specifiche nel campo della trasformazione alimentare, completando il ciclo produttivo di filiera corta che va dalla coltivazione bio al prodotto finale (passata di pomodoro, pomodorini in salsa, ortaggi in sott’olio e sott’aceto, marmellate, paté, ecc). Il prodotto finito, verrà inserito all’interno del progetto “FACCIAMO UN PACCO ALLA CAMORRA”. Inoltre saranno protagonisti della riqualificazione del “centro di rieducazione per cani”, dei ricoveri per gli animali da cortile e di ulteriori progetti finalizzati alla fattoria didattica, tra i quali “Giardino dei Sensi”, “Orto Sinergico” e “Giardino delle Farfalle”, oltre ad ulteriori piccole opere di ristrutturazione e di manutenzione dell’immobile.
Con la rete delle associazioni e cooperative:
in collaborazione con l’associazione Ulisse 2010 i volontari saranno coinvolti nelle attività di rivalutazione del fiume Garigliano e del parco Ulisse, per favorire forme di turismo sostenibile, attraverso il progetto ENJOY GREEN. Con l’associazione “Il sorriso per la vita” (associazioni di ragazzi diversamente abili) che ha in gestione un bene confiscato alla camorra (villetta) sito a Baia Domizia e un pezzo di spiaggia sul territorio del comune di Cellole adibito ad ospitare ragazzi diversamente abili, i volontari saranno coinvolti nelle attività del progetto “Spiaggi-Abile”. Durante le normali attività dei campi i volontari verranno coinvolti nello svolgimento del “FESTIVAL NAZIONALE DELL’IMPEGNO CIVILE”, festival itinerante che si tiene sui beni confiscati della regione Campania e promosso dal COMITATO DON PEPPE DIANA, in collaborazione con l’ass. LIBERA, nomi e numeri contro le mafie. Attività che negli ultimi anni ha visto passare sul bene confiscato “A. Varone”, a Maiano di Sessa A., artisti come: Peppe Barra, Ascanio Celestini, Teresa De Sio, Il Parto delle Nuvole Pesanti, ecc…

 

Il bene confiscato si trova a Maiano, una piccola frazione del comune di Sessa Aurunca, a vocazione agricola ma incasellato tra mare (a circa 10 km dalla nota località turistica di Baia Domizia), fiume (a circa 500 metri in linea d’aria dal fiume Garigliano) e a circa 15 km dai monti aurunci e dalla località turistica montana di Roccamonfina. Per la presenza di queste risorse naturali, la cooperativa Al di là dei sogni, in sinergia con altri soggetti del territorio, ha realizzato e promosso un progetto di turismo ecosostenibile “GARIGLIANO NAVIGABILE-ENJOY GREEN” con l’attivazione di un centro addestramento canoe e annessa palestra per rendere navigabile il fiume e realizzare diverse attività (trekking, cavallo, tiro con l’arco, ecc…) su un’area naturale denominata “Parco Ulisse” e sviluppare così escursioni eco-fluviali e marine in dragon boat e in canoa. Obiettivo a lungo termine è ancora la realizzazione del primo centro di para-canoa del sud-Italia. Il bene appartenente al clan Moccia è stato confiscato nel 1994 e affidato definitivamente alla cooperativa nel 2011. E’dedicato ad Alberto Varone, vittima innocente della camorra.

Lascia un commento