• Gio. Ago 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

buche a corporeno2Anche quest’anno – spiega Renato Borgatti Segretario Circoscrizione Lega Nord Alto Ferrarese – grazie all’amministrazione Lodi, c’è stato il rischio di festeggiare il Natale senza addobbi nella piazza di Corporeno. Ringraziamo alcuni nostri compaesani che, hanno decorato l’albero e la chiesa sostituendosi al Comune in quello che avrebbe dovuto fare.

Il Comune, in effetti, alcune luci intermittenti le ha installate: ad esempio il semaforo su Via Pedagna, che invece di migliorare la viabilità sulla Statale l’ha resa più complessa e rischiosa. Si contano sulle dita di una mano i commenti positivi riguardanti l’istallazione del semaforo, mentre quelli negativi sembrano non avere fine. Addirittura è stata fatta una foto ritraente una colonna d’auto fino all’inizio del ponte Dosso, che logicamente ha fatto capolino sulle bacheche dei gruppi Facebook in segno di reclamo. Forte è il disappunto dei commercianti, in quanto hanno subito un calo delle vendite causate da questa colonna, poiché impensabile abbandonarla per il pendolare, certo del  rischio di non immettersi più sulla carreggiata. Inoltre, l’inquinamento causato dalla sosta protratta delle vetture in colonna è respirabile. Vorrei sapere che fine ha fatto l’ormai famosa strada, in parte finanziata da un supermercato, che doveva già essere terminata mesi fa, la quale avrebbe di gran lunga risolto questo grave disagio. Un’altra novità; sono state fissate al suolo bacheche, una nel piazzale della chiesa, l’altra, ben visibile perché pericolosa all’interno della pista ciclopedonale laterale alla Statale. A rendere concreta la pericolosità, il giorno stesso della collocazione, C.R. cittadino corporenese ha rischiato di finirci contro perché la bacheca era stata imbullonata sulla pavimentazione della pista ciclo pedonale occupandone quasi mezzo percorso. Ad ulteriore prova della pericolosità c’è il fatto che il giorno dopo è stata riposizionata all’interno del muretto di recinzione del campo sportivo. Non potevano pensarci prima invece di dover lavorare due volte con conseguente doppia spesa di manodopera? Atri problemi spiccano nel corporenese: caditoie, otturate da fango e foglie; cordoli frantumati attorno al piazzale della chiesa; buche sul ciglio della strada profonde anche dieci centimetri. Considerando che il Comune risparmia sulle luci di Natale, sminuendo la nostra tradizione Cristiana, potrebbe utilizzarli almeno per sistemare questi problemi. Forse che tali soldi risparmiati vengono utilizzati per pagare le luci su una pista ciclopedonale assai discutibile che congiunge Corporeno a Cento sulle Via Viaggia e Via Canale? Auguro un Buon Natale e un 2015 pieno di felicità e lavoro a tutti i miei concittadini”.

 

Lascia un commento