• Ven. Dic 2nd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

RENAZZO: rapina alla Coop – Uno sparo e via col bottino, due banditi in fuga

DiGiuliano Monari

Feb 26, 2017

Di Giuliano Monari

“Fermi tutti e nessuno si farà male!” Con questa frase, ieri sera, sono iniziati i 5 minuti di terrore all’interno del supermercato Coop di via Alberelli a Renazzo. Erano le 19.20 quando all’interno del supermercato  tutto sembrava avviarsi alla conclusione normale di una giornata di lavoro per i dipendenti del market renazzese. Pochi clienti all’interno del punto vendita e l’attesa per la chiusura che avrebbe concluso una settimana di lavoro quando. all’improvviso, dalla porta automatica ecco presentarsi due individui col volto coperto da maschere di carnevale che di carnevalesco avevano ben poco. Anzi, nulla. “Fuori i soldi –  intima uno dei due alle cassiere – , se vi muovete vi sparo”! Poche parole, unitamente alla pistola brandita da uno dei due malviventi (rivelatasi poi una pistola giocattolo), che hanno gelato l’atmosfera rilassata che precedeva la chiusura del market. In pochissimi minuti i due banditi si sono fatti consegnare l’incasso e il contenuto della cassaforte, dimostrando grande freddezza che farebbe pensare a professionisti del mestiere. Poi il colpo di pistola in aria che ha gettato nel terrore tutti i presenti causando un mancamento ad una delle clienti presenti all’azione criminale. Intanto, dopo aver esploso il colpo in aria i due si sono dati alla fuga facendo perdere rapidamente le loro tracce. Riavutesi dallo spavento le dipendenti hanno immediatamente chiamato i carabinieri di Cento che sono arrivati immediatamente sul posto avviando indagini e ricerca dei malviventi. Per la donna che aveva avuto il mancamento è stata fatta giungere un’ambulanza. Fortunatamente nulla di serio e la donna non è stata neppure accompagnata all’ospedale. Sull’entità del bottino sono in corso accertamenti. Intanto sono in corso le ricerche dei due malviventi che con ogni probabilità si sono allontanati a bordo di un’automobile. In aiuto agli inquirenti ci sono le immagini delle telecamere della videosorveglianza che potrebbero servire a riconoscere i due banditi.

coop renazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.