• Mar. Gen 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

“Riportare il treno a Cento” ordine del giorno del gruppo consiliare Orgoglio Centese, sottoscritto dai consiglieri Giberti,  Pettazzoni e Veronesi

DiFONTE COMUNICATO STAMPA

Gen 10, 2022

Riportare il treno a Cento. Si intitola così l’ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare Orgoglio Centese, sottoscritto dai consiglieri Giberti,  Pettazzoni e Veronesi.

“Una grande opportunità che la nostra città non deve lasciarsi sfuggire”, – affermano i consiglieri e frutto di un lavorio partito da lontano. “Era infatti l’anno 2018 quando a fronte di una mia specifica richiesta”, – afferma Elisabetta Giberti –  “sollecitavo la realizzazione di uno studio di fattibilità presso la commissione trasporti del senato, proprio per l’intercettazione di una tratta ferroviaria nazionale che passasse per la nostra città”. Un lavoro che parte da lontano è anche quello del capogruppo Marco Pettazzoni, che negli anni della regione aveva più volte denunciato il problema della carenza di infrastrutture del territorio centese, indicando come soluzioni l’inserimento di nuove opere viarie e ferroviarie all’interno del piano regionale integrato dei trasporti PRIT 20-25 che, afferma, “fortunatamente non è ancora stato definitivamente approvato e all’interno del quale possono essere aggiunti nuovi progetti”.

Cento purtroppo paga da anni un grave isolamento infrastrutturale e l’insufficiente capienza delle proprie strade.  Sicuramente riportare la ferrovia a Cento rappresenterebbe una grande opportunità per i tanti pendolari che quotidianamente si muovono verso il bolognese e anche per le aziende del territorio che combattono quotidianamente con difficoltà logistiche dovute alla inadeguatezza dei collegamenti. Un’ opportunità infine anche per attirare nuove realtà economiche sul territorio, che potendo scegliere dove insediarsi, privilegiano sempre zone adeguatamente servite a livello infrastrutturale e Cento non è sicuramente tra queste da molto tempo.

Riportare la ferrovia a Cento, oltre a rappresentare un investimento strategico per il tessuto industriale ed artigianale che da sempre caratterizza questo territorio e ad avere importanti risvolti in termini di benefici ambientali per una regione tra le più inquinate d’Europa, riteniamo che possa diventare fondamentale anche in chiave di attrazione turistica per Cento, città natale del Guercino e di Lamborghini

Pensiamo infine a quanti nuovi servizi potrebbero sorgere a beneficio della collettività e che quindi si tradurrebbero in importanti risvolti occupazionali.

Oggi riportare la ferrovia a Cento può essere possibile grazie alle risorse del PNRR, alla necessità di una transizione ecologica nell’ambito dei trasporti e anche grazie al lavoro di analisi sin qui svolto che ha portato la questione centese in regione e a Roma. Occorre però la volontà politica per portarlo avanti.

All’atto pratico, concludono i consiglieri, chiediamo all’amministrazione comunale di farsi carico di questa richiesta che potremmo definire epocale, spronando sia la regione che il governo centrale ad inserire nella prossima ed imminente programmazione infrastrutturale una tratta ferroviaria per Cento. Ovviamente daremo il nostro contributo di esperienza e di relazioni per far sì che questo avvenga, nell’interesse della città.

Lascia un commento