• Mer. Ago 10th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Sant’Agostino: AGAROSSI, “Sulle nuove scuole primarie di Dosso viaggio a vuoto di Toselli”

DiGiuliano Monari

Lug 5, 2014

stefania agarossi<< “Arriverà la documentazione del ministero per avviare l’iter: abbiamo infatti constatato di essere in elenco con il nostro progetto” così dichiarava il 5 maggio scorso sul Resto del Carlino il sindaco Toselli. Ma a dispetto delle dichiarazioni, assicurazioni e promesse fatte in campagna elettorale il progetto delle nuove scuole primarie di Dosso – spiega Stefania Agarossi di Valore e Rispetto – “non è rientrato nell’appena avviato piano dell’Edilizia scolastica di Renzi. Nemmeno nel filone che prevede per i Comuni proponenti uno sblocco del patto di stabilità. Quindi, per il momento nessun tipo di finanziamento per la scuola nuova”.

“Questo progetto – prosegue Agarossi – è stato per Toselli un cavallo di battaglia elettorale con i genitori dei bambini dossesi. Grande il risalto mediatico dato al suo viaggio a Roma a metà aprile in compagnia di Simone Tassinari, suo vicesindaco. Tante le rassicurazioni. Tante le date ipotizzate con i genitori per il trasloco per permettere l’inizio dei lavori: dicembre scorso, poi aprile, poi maggio, poi giugno. Grande risalto anche all’approvazione del progetto preliminare di questa nuova scuola. Atto che purtroppo ben poco significa in assenza di copertura finanziaria a bilancio comunale. Nella lettera inviata da Toselli l’11 marzo scorso a Renzi individuati i costi: un milione e quattrocentomila euro “per l’abbattimento del vecchio edificio e la costruzione della nuova scuola, finanziabili con 200.000 euro direttamente dal Comune di Sant’Agostino” e un milione e duecentomila euro “ancora da definire, così come ancora da definire gli 800.000 euro per la palestra”. Per non parlare dei costi da sostenersi per il conferimento e lo smaltimento delle macerie della vecchia scuola nonchè lo spostamento dei bambini in una sede provvisoria durante i lavori per la costruzione di quella nuova. In una lettera consegnata ai genitori degli alunni dossesi che relaziona dell’incontro del 24 aprile scorso tra sindaco e i rappresentanti di classe si comunica che “Se l’incontro a Roma Governo – Comune dovesse risultare negativo il Sindaco (elezioni permettendo) intende comunque procedere con quanto già riferito delle assemblee di paese avvenute in precedenza”. Ovvero con un mutuo – 2 milioni di euro la cifra che eccede dalle disponibilità dichiarate dal Comune – che ricadrà interamente sulle spalle dei cittadini. Sempre che l’attuale situazione del bilancio lo possa permettere e la cittadinanza condivida questa soluzione. “A pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina” diceva Andreotti. A suo tempo fui tacciata di maleducazione nel chiedere informazioni certe e di sollevare sciocche e inutili illazioni a danno dell’Amministrazione e dei cittadini quando manifestai la mia preoccupazione per le promesse fatte e non suffragate da concrete certezze e documentazione. Ora mi viene in mente solo una frase “Passata la festa, gabbato lo santo”. Rimaniamo quindi in attesa delle dichiarazioni di Olga Scimitarra, neo assessore dossese alla Pubblica Istruzione. >>

Lascia un commento