• Ven. Gen 21st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

VIABILITÀ CASUMARO, IL FUTURO DI SP67: Guaraldi interroga la presidente della provincia Paron sul tema viabilità

DiGiuliano Monari

Ago 31, 2020

Il giorno 18 agosto il consigliere provinciale Guaraldi Alessandro (Noi per il territorio) presenta una nuova interrogazione, a distanza di un anno dall’ultima risposta ricevuta, sul tema SP 67-Via Correggio. Il consigliere di Casumaro chiede alla presidente quando SP 67 verrà trasferita ad ANAS e se vi siano le condizioni di sicurezza per rimuovere il semaforo provvisorio posto tra SP67 e SP9 Bondeno-Casumaro.
La risposta della presidente Paron arriva dopo pochi giorni.
La SP67 verrà ceduta definitivamente entro ottobre 2020: sono già stati effettuati i
sopralluoghi congiunti con ANAS.
La rimozione del semaforo provvisorio sembra ancora lontana: si evidenzia che la regolamentazione della circolazione stradale
dell’incrocio dovrà avvenire a mezzo di impianto semaforico, fino all’avvenuto
smontaggio del cantiere di lavoro relativo alle opere edili manutentive della chiesa e del
campanile a ridosso della SP9 e quindi fino al ripristino delle normali condizioni di
percorribilità e sicurezza della viabilità.
Guaraldi commenta così la risposta ricevuta dalla provincia -” Via Correggio ad ottobre sarà trasferita ad ANAS, come sostengo da tempo, questo passaggio renderà impossibile la deviazione del traffico pesante al di fuori del centro di Casumaro. I cittadini sono stati illusi da numerosi articoli di giornale e incontri in cui si prometteva tale deviazione; il percorso iniziato da me con il precedente presidente della provincia non vedrà mai compimento. Mi domando come mai un paese debba subire sia il traffico pesante sia un semaforo provvisorio per più di otto anni, eppure alla mia interrogazione del 2019 era stato risposto che la rete stradale provinciale deve garantire una buona percorribilità dei mezzi pesanti. A cosa è servito quindi restringere l’impalcatura del campanile?
È vero, la presidente Paron ha ragione, bisogna valutare l’insieme del territorio e trovare i giusti compromessi, ma da troppo tempo Casumaro sta subendo un traffico eccessivo per salvaguardare altri centri abitati.
Temo per il traffico che si creerà nella frazione; non ci resta che sperare in una riasfaltatura completa di SP67 da parte di ANAS per limitare, almeno, l’inquinamento acustico e aumentare la sicurezza.”

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Lascia un commento