Roberto Rizzati è il nuovo direttore dell’Unità Operativa di Radiodiagnostica Cento e Bondeno

Visite: 367

Roberto Rizzati è il nuovo direttore dell’Unità Operativa di Radiodiagnostica Cento e Bondeno. «Era una promessa che avevo fatto e che volevo mantenere – è la dichiarazione di apertura della conferenza di presentazione da parte di Claudio Vagnini direttore generale Ausl il cui incarico si conclude la prossima settimana – e sono felice di come si è sviluppata”. Dopo l’annuncio Vagnini prosegue: “Abbiamo selezionato un professionista che ha caratteristiche particolari. Una persona aperta, disponibile, competente, che sa creare collaborazione tra colleghi e che non si muove solo in ambito ospedaliero ma sul territorio. E’ la mentalità che considero determinante per lo sviluppo della sanità ferrarese. Garantirà una qualità della diagnostica radiologica importante». Poi un ‘passaggio’ sulle polemiche: «L’ospedale di Cento funziona in tutte le sue attività, non ci sono problematiche ma solo potenziamenti dei servizi; le polemiche sono fuori luogo. C’è una strana dicotomia tra la popolazione, che lascia solo un po’ di amarezza. Siamo passati dall’essere gli angeli della sanità a una quantità di denunce inimmaginabile. Ma l’essere qui, a presentarvi una realtà di sviluppo e di miglioramento, di un servizio che esce dalle dinamiche dei medici destinati solo all’ospedale, per aprirsi al territorio, è un obiettivo raggiunto». Il neo Direttore dal canto suo sottolinea che “la collaborazione con i medici di medicina generale e il rapporto con la Casa della salute di Bondeno, sono una priorità. Sul rapporto tra le strutture di Cento e Bondeno interviene Nicoletta Natalini direttore sanitario Ausl Ferrara: «Le sinergie sono importanti e in questi mesi ne abbiamo avuto la prova. Su Bondeno le prestazioni sospese per il Covid sono state tutte recuperate e si aprono le prenotazioni. Cento è l’ospedale di riferimento e che la radiologia si apra al territorio è un elemento nuovo, la tappa di un percorso iniziato da anni. La nuova risonanza magnetica , (investimento da 300 mila euro) che sarà istallata a Cento, permetterà indagini anche su cuore, coronarie e prostata, qualificando ulteriormente l’ospedale». “L’ospedale di Cento con questi nuovi servizi non lascia, ma raddoppia. E’ una sanità che va verso il cittadino e non viceversa – è la chiosa affidata al sindaco di Cento Fabrizio Toselli -».


Nicoletta Natalini, 
Roberto Rizzati, 
Claudio Vagnini

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Clicca su questo link 
per effettuare una donazione, grazie! https://www.gofundme.com/f/sostieni-areacentese-giornale-online-di-cento 

Share Button

Share

Lascia un commento