PARTENZA DELLA SCUOLA: MOLTE LAMENTELE DEL TRASPORTO PUBBLICO – l’impegno del sindaco per trovare una soluzione

Visite: 693

Di Giuliano Monari – Partenza, via! La scuola al tempo del SARS-COV2 è partita. Dal punto di vista delle lezioni, degli allestimenti e delle modalità di lezione ne parleremo un po’ più avanti, ora, occupiamoci del trasporto pubblico che, a quanto pare di capire dalle lettere di lamentela giunte in redazione, forse, ha bisogno di essere quantomeno rivisto e corretto. Dicevamo di lettere e messaggi di genitori preoccupati. ecco il messaggio di una mamma: 

“Cari genitori, vi scrivo per sapere cosa ne pensate della situazione di sovraffollamento negli autobus, in particolare parlo della tratta Cento direz. Ferrara”. I genitori, si legge nei messaggi – lamentano “il fatto che a scuola rispettano le regole, mentre all’interno dell’autobus è impossibile mantenere non solo un distanziamento anti-covid ma sono accalcati gli uni sugli altri… In alcuni autobus non ci sono più gli adesivi che impongono il divieto di sedersi… Non so…spero che con l’orario normale l’Azienda metta a disposizione più autobus perché in un momento in cui tutti ci diamo da fare per evitare chiusure inaspettate, trovo che la situazione trasporti sia un po’ allarmante”. A questo proposito abbiamo interpellato il sindaco di Cento Fabrizio Toselli: “«Mi faccio carico – ha detto il sindaco – della segnalazione e al riguardo ho già richiesto un incontro urgente con i vertici di Tper per capire come mai c’è questo tipo di problema e cercherò di capire cosa hanno in programma per risolverlo».

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.



Share Button

Share

Lascia un commento