CENTO: Sabato 17 c’è “Vetrine in fermento e Calici sotto i portici”

Visite: 231

Un sabato (il 17 ottobre)  all’insegna del centro storico: stiamo parlando dell’iniziativa prevista per sabato (17/10) a Cento in centro storico dal titolo “Vetrine in fermento e Calici sotto i portici”. A partire dal tardo pomeriggio le vetrine si animeranno in modo simpatico per scoprire le novità e le collezioni dell’autunno inverno 2020. Ma non sarà la sola novità del pomeriggio centese: un evento che vede la collaborazione con due meritorie associazioni impegnate nel sociale come la Coccinella Gialla – Anffas e la Sala da Tè Solidale, presenti in conferenza con Benedetta Balboni ed Elena Pradelli. Grazie a questi sodalizi (ed in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommelier rappresentata Catia Zanarini) che saranno sabato in piazza Guercino (dalle ore 17 alle ore 21) agli intervenuti verrà dato un calice per partecipare alla degustazione dei vini proposti dai locali coinvolti, che garantiranno così un ulteriore appeal all’evento. Il calice (con un contributo di 10 euro a favore delle due associazioni solidali) darà origine ad un specifico voucher che darà la possibilità poter usufruire di tre assaggi. Progetti che saldano economia e sociale in un momento complesso: “Si tratta di un’iniziativa meritevole – aveva sottolineato a margine della  conferenza il sindaco Fabrizio Toselli assente per un impegno famigliare e  sostituito dall’assessore all’Associazionismo, Promozione territoriale e Bilancio Matteo Fortini – che sono convinto si svolgerà rispettando tutte le regole anti-Covid. Perché se ci comportiamo bene facciamo del bene anche alla nostra comunità. Questo è un evento che comunque cerca di riportarci alla normalità perché anche se c’è l’emergenza le cose possono essere fatte purché si organizzino sicurezza. Ma è sopratutto un evento che va nella direzione di animare il commercio del centro storico che mai come in questo momento ha bisogno di essere supportato e rilanciato”.”Si tratta di un evento – commenta Marco Amelio presidente di Ascom  Cento che sostiene la manifestazione voluta dai commercianti centesi – che va nella direzione di dare visibilità alle attività di vicinato – negozi e pubblici esercizi – che risiedono in centro storico e creare quello che noi abbiamo sempre definito e voluto ossia un centro commerciale naturale ricco di vita e di iniziative nelle quali è gradevole potere passeggiare tra arte, cultura, enogastronomia e shopping. Ringrazio le associazioni intervenute che contribuiscono concretamente alla buona riuscita di questa iniziativa che ovviamente deve avvenire in sicurezza e nel pieno rispetto delle norme sanitarie definite dal recente Decreto”. Dunque uso della mascherina obbligatoria, distanziamento sociale, consumazioni dopo le 21.00 consentite solo se seduti al tavolo, solo per ricordarne alcune. 
Coinvolte nel progetto – che vede il supporto della Pro Loco –  in pratica tutte le attività  (abbigliamento, calzature, pubblici esercizi…) del centro storico riconoscibili dalla locandina ed individuati da una piantina tematica.

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Share Button

Share

Lascia un commento