MESOLA: Accoltella la moglie, marito violento arrestato dai Carabinieri.

Visite: 377


Questa mattina 17 ottobre 2020 i Carabinieri di Comacchio venivano allertati, da alcuni cittadini, per una violenta lite sfociata tra una coppia di cittadini marocchini, nella località Messenzatica del comune di Mesola (FE). Veniva immediatamente inviata sul posto la pattuglia della stazione di Lagosanto (FE) che bloccava il marito violento, successivamente identificato per il cinquantanovenne R.A., operaio marocchino, da tempo residente nel piccolo centro. L’uomo si trovava all’interno della propria abitazione, in stato di agitazione, con gli abiti intrisi di sangue, mentre la moglie, quarantanovenne marocchina, era seduta a terra, appena fuori l’uscio di casa, agonizzante con diverse ferite alla testa e alle mani, completamente ricoperta di sangue. Messo in sicurezza l’aggressore, venivano prestati i primi soccorsi alla donna, con l’intervento del 118 e dell’elisoccorso, che la trasportava d’urgenza all’ospedale di Cona (FE), ove veniva ricoverata in gravi condizioni in prognosi riservata. L’uomo, che già si trovava ristretto presso il domicilio in regime di arresti domiciliari per altro reato, veniva arrestato e trasferito al carcere di Ferrara a disposizione della autorità giudiziaria.

Sul posto anche personale del Nucleo Operativo della Compagnia di Comacchi e del Nucleo Investigativo di Ferrara per il sopralluogo, gli accertamenti ed i rilievi tecnici del caso.

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Share Button

Share

Lascia un commento