CASSA DI RISPARMIO DI CENTO SPA: SEMAFORO VERDE DELLA FONDAZIONE CARICENTO PER L’INTEGRAZIONE CON IL CREDITO EMILIANO

Visite: 571

Nella giornata di ieri la Fondazione Caricento, azionista di controllo della Cassa, ha firmato l’accordo quadro finalizzato a realizzare la fusione per incorporazione della Cassa di Risparmio di Cento in CREDEM, capogruppo dell’omonimo gruppo.
Il 1° maggio 2020 il Consiglio di Amministrazione della Caricento, venuto a conoscenza dell’avvio delle trattative riservate, riunitosi in seduta straordinaria, aveva espresso soddisfazione e si era dichiarato lusingato dell’interesse dimostrato da un primario gruppo bancario che gode di altissima considerazione nel panorama italiano ed europeo.
Ora la firma che sancisce il buon esito degli accordi e l’aggregazione con una delle banche più solide e redditizie d’Europa rafforzerà il legame con il territorio con molteplici e positive ricadute sulla clientela e valorizzerà le professionalità presenti all’interno della Cassa.
La firma dell’accordo quadro rappresenta anche un riconoscimento del valore dell’istituto di credito centese che, a detta della stampa specializzata, risulta essere realtà apprezzata sul mercato. A comprova di tale affermazione evidenziamo che al 30 settembre 2020 Caricento è in linea con gli obiettivi del piano industriale triennale 2020-2022 ed ha realizzato un più che positivo utile di periodo confermando la validità delle scelte strategiche adottate.
Il CDA della Cassa di riunirà la prossima settimana per approfondire le tematiche di sua competenza.

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Share Button

Share

Lascia un commento