• Sab. Giu 19th, 2021

Il primo giornale telematico di Cento

TUZET: “Ciò che è successo il 27.5.2021 in consiglio Comunale e nei giorni successivi a Cento, è solo un piccolo ma significativo esempio che mostra le qualità morali di certi attuali pubblici amministratori ed il rispetto che essi hanno delle regole comunali e dei cittadini”

Share

Ciò che è successo il 27.5.2021 in consiglio Comunale e nei giorni successivi a Cento ,è solo un piccolo ma significativo esempio che mostra le qualità morali di certi attuali pubblici amministratori ed il rispetto che essi hanno delle regole comunali e dei cittadini.

Quella sera,il consigliere Contri,nella circostanza presidente del consiglio ,dopo lunghe e plurime consultazioni (poichè tutti,tranne il consigliere Piero Lodi, ignoravano le disposizioni contenute negli articoli 69 dello statuto e 64 del regolamento comunale), alla fine della seduta, dichiara **non approvata** la delibera previsionale sul bilancio 2021/23.

Tale fatto viene subito dopo confermato e accettato dalla segretaria comunale signora Clemente e dai  partecipanti al consiglio.

Non vi sono obiezioni,come risulta dalla registrazione.

Il giorno dopo,in un video mattutino,il sig. sindaco,contrariamente a quanto era stato stabilito in Consiglio e forse per gesto di magia concepito e messo in atto nelle ore notturne,disinvoltamente dichiara invece che il bilancio *è approvato* !!

Dopo simili episodi viene da chiedersi se le decisioni del Consiglio a Cento abbiano valore e significato o se si tratti invece di faccende personali,private, modificabili al bisogno o per convenienza.

Forse il Sig.Toselli ha ragione, siamo in Italia dove la legge è al servizio degli amici degli amici,come tante volte è stato dimostrato.

Alcuni giorni dopo, finalmente, la delibera compare sull’albo pretorio.

Nel titolo sembra approvata, sempre per la misteriosa magia ma leggendone il contenuto, si capisce chiaramente che **non è stata** **approvata**,ossia il mago notturno non l’ha completata bene e viene cosi di nuovo riconfermato,stavolta per iscritto e sull’albo, quanto pubblicamente pronunciato in consiglio dal Sig.consigliere Contri.

Suppongo non si tratti di un banale errore di stampa ma chiaramente di un falso, volgare e maldestro creato ad arte ; come è noto il falso implica il dolo e in tal caso avrebbe rilievo penale.

Con questi metodi, se accettati e provati, il Sig.Toselli rimarrà fin che vuole in Comune.

Oggi mi informano che lo stesso Sig.Contri, per altri fatti già noto esponente del pensiero labile che è sottoprodotto di scarto del famoso pensiero debole dell’esimio filosofo Vattimo, ha cambiato idea ed “urbi et orbi”, su Facebook, solennemente proclamato *l’approvazione*  del bilancio.

A questo non vorrei credere. Di certi meschini episodi,dalla politica locale purtroppo espressi, il Sig.Prefetto di Ferrara sicuramente non è a conoscenza.

Mi auguro che venga compiutamente informato e che *non si comporti* come il suo illustrissimo collega citato dai Vangeli, prefetto anche lui, che si è lavato le mani.

Flavio Tuzet

Share

Lascia un commento