• Ven. Dic 2nd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

ASSALTO AL BANCOMAT DI CREVALCORE, I CITTADINI DELLA CONFINANTE  BEVILACQUA ESASPERATI. GUIDETTI E GUIZZARDI (LN): “PERCHE’ NON PROVARE CON UN PROGETTO DI OSSERVATORI VOLONTARI COME QUELLO CHE STA FUNZIONANDO A BONDENO?”

DiGiuliano Monari

Mar 15, 2016

bancomat bevilacqua 4aprile2015“I cittadini sono esasperati dai continui episodi di micro (e non) criminalità, dall’agire indisturbati dei malviventi, sempre più spesso impuniti. Ormai la non sicurezza è il male più grande della nostra area”. 

Michele Guidetti del Movimento Giovani Padani di Cento ha le idee chiare, dopo l’ennesimo assalto al bancomat Unicredit di Crevalcore avvenuto sabato notte. “Quello sportello è utilizzatissimo dai cittadini della circostante Bevilacqua, che ora hanno paura”. Anche perchè quello del week end è stato il terzo assalto in altrettanti anni: il primo nel febbraio 2014, il secondo ad aprile 2015, entrambi con l’acetilene per farlo esplodere, poi questo, con un carro attrezzi rubato. Attacchi che s’ inseriscono in una cornice costellata da altri furti, rapine, scippi. “Una soluzione potrebbe essere il “progetto osservatori volontari” – chiosa Gianfranco Guizzardi, commissario provinciale del movimento giovani padani – “a Bondeno è partito da una settimana, e i cittadini si sentono più tranquilli. Perché non provare anche a Bevilacqua?”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.