• Mer. Set 28th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

BERGAMO BASKET 2014-TRAMEC CENTO

DiGiuliano Monari

Gen 3, 2015
derby basket 28 novembre 2009Di Michele Manni
La Tramec apre il suo 2015 sull’ostico campo di Bergamo, dove affronterà la Comark dell’ex Bona, con palla a due in programma per le ore 18 di domenica. Cento è in striscia positiva da quattro turni e si presenta alla vigilia dell’ultima di andata da terza forza del campionato, a due sole lunghezze dalla capolista Montichiari e a pari punti con Bologna, che osserverà però un turno di riposo. La sfida coi bergamaschi vale doppio per capitan Di Trani e soci, poiché consentirebbe ai biancorossi di aprire il girone di ritorno con un bottino di ben 22 punti e garantirebbe loro il secondo posto in classifica, che sarebbe sinonimo di partecipazione ai preliminari di Coppa Italia dove affronterebbe Siena o Livorno. La Tramec conquisterebbe questo traguardo battendo Bergamo ma si qualificherebbe anche in caso di sconfitta, nel caso in cui Udine dovesse sconfiggere Crema. A prescindere gli uomini di coach Albanesi devono fare i conti con una formazione che, dopo un inizio caratterizzato da più ombre che luci, sembra aver trovato la quadratura del cerchio nelle ultime settimane, in cui ha conquistato tre successi consecutivi guadagnandosi quell’ottavo posto in graduatoria che rappresenta l’obiettivo minimo stagionale, nonostante lo status di matricola. Se Bona non ha bisogno di presentazioni per i suoi precedenti centesi, Magini è un playmaker fiorentino prelevato da Spilambergo mentre Mercante è un’ala milanese con trascorsi alla Sangiorgese di coach Albanesi, e Masper è un centro bergamasco ma scuola Torino, ex di Napoli, Ragusa, Biella, Roma e tante altre. Ben tre sono gli ex ferraresi alla corte di Alessandro Galli, già allenatore di Crema: si tratta di Fabio Zanelli, esterno romagnolo di scuola Rimini e compagno di squadra di Cutolo a San Severo, di Simone Cortesi, ala reggiana con importanti trascorsi al piano superiore ma proveniente da Treviso, e di Paolo Chiarello, vicentino passato dalla città estense nell’anno della famigerata bomba di Carchia e pure lui transitato da San Severo. Al seguito della Tramec in terra lombarda sono previsti due pullman e oltre un centinaio di tifosi.

 

Lascia un commento