• Gio. Giu 30th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

BLACKOUT A CENTO: il sindaco spiega quanto è stato fatto, “rabbia comprensibile ma nessuno è stato abbandonato”

DiGiuliano Monari

Giu 16, 2014

piero lodi-1A emergenza alle spalle è il sindaco Lodi a spiegare cosa è stato fatto durante la fase emergenziale. ” Comprensibile la rabbia di alcuni cittadini ma – afferma – nessuno è stato abbandonato”.

“La Polizia Municipale ha pattugliato ininterrottamente i quartieri coinvolti nel balckout come pure Carabinieri e Guardia di Finanza –  spiega Lodi -. Sul posto anche i Vigili del Fuoco che hanno anche distribuito acqua potabile. Mobilitati anche i Volontari di Protezione Civile. Sindaco e Vicesindaco hanno fatto più volte sopralluoghi per verificare direttamente la situazione. È stato attivato il numero verde comunale per raccogliere segnalazioni e dare informazioni. Su internet e sui social centinaia di contatti (la diffusione degli Smart Phone è tale da rendere internet fruibile a tanti anche senza corrente) ai continui aggiornamenti pubblicati dall’amministrazione. Municipio aperto dal pomeriggio fino a conclusione dell’emergenza. In aggiunta a questo c’è il lavoro di informazione svolto da Enel.  È comprensibile la rabbia per i gravi disagi ma chi parla di cittadini abbandonati a loro stessi non rispecchia la realtà dei fatti. È stato fatto tutto il possibile. Questa emergenza – conclude – deve servire a tutti come invito a segnarsi il numero verde comunale (800 375515) per utilizzarlo in caso di bisogno”.

Lascia un commento