• Lun. Lug 22nd, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

BONDENO: Minorenne presunto autore di furti e rapine accompagnato dai Carabinieri presso comunità

DiComando Carabinieri

Mar 25, 2023
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è ANCHE-WEDDING-pubblicita.gif
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è AREA-CENTESE-300x160-px-CONTO-seguimigrande-2.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Banner_GIF-2.gif
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è logo-per-banner-2.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è aucello-3.png
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è fantozzi-petroli-grande-2.jpg

La mattina di martedì 21 marzo 2023 i Carabinieri della Stazione di Bondeno (FE) hanno dato esecuzione alla misura cautelare del collocamento in comunità pubblica per minori di Bologna, a carico di un diciassettenne di origini tunisine, noto alle Forze dell’Ordine, destinatario di apposita Ordinanza emessa dal Tribunale per i Minorenni di Bologna – Ufficio G.I.P. Il ragazzo, nel periodo tra il 29 ottobre 2022 e il 14 gennaio 2023 si sarebbe reso responsabile di furti aggravati, tentato furto aggravato in abitazione e tentata rapina in concorso in danno di esercizio commerciale, tutti perpetrati tra Bondeno e Ferrara. Il giovanissimo magrebino a seguito delle ripetute segnalazioni all’autorità giudiziaria minorile per plurimi episodi contra legem, è stato ritenuto socialmente pericoloso, la cui recidività fa ritenere che lo stesso, se lasciato in libertà, possa continuare a commettere reati della stessa indole di quelli per cui si sta procedendo, per questa ragione il Giudice ha emesso il provvedimento cautelare restrittivo e ne ha disposto l’accompagnamento nella struttura felsinea, misura immediatamente eseguita dai Carabinieri. L’azione di prevenzione e di divulgazione della cultura della legalità da parte dei Carabinieri continua in tutta la provincia estense, tuttavia, ove tale attività non sviluppi gli effetti positivi, i militari operano una puntuale ed immediata azione repressiva, strettamente coordinata dalla magistratura minorile.