• Mer. Apr 17th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CATTURATO DALLA PRIMA SEZIONE DELLA SQUADRA MOBILE DELLA POLIZIA DI STATO UN GIOVANE INCENSURATO SPACCIATORE

DiEleonora Cavazzana

Set 29, 2017

Di Eleonora Cavazzana

La Prima Sezione della Squadra Mobile di Ferrara, in data 28 settembre 2017 ha tratto in arresto in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente del tipo cocaina, un giovane nigeriano già monitorato poiché ritenuto attualmente uno degli spacciatori “al minuto” particolarmente attivo nella zona di Corso Piave/Ortigara costituendo una sicura fonte di approvvigionamento da parte dei consumatori locali per affidabilità e qualità della sostanza fornita.

Gli uomini della Prima, Seconda e Quarta Sezione, hanno arrestato il giovanissimo cittadino nigeriano OSEMUDIAHMEN David dopo una intensa attività info-investigativa che consentiva di inquadrarlo come uno dei “pusher” attivi nella nota zona GAD, Corso Piave/via Ortigara nello spaccio di sostanze stupefacenti di tipo cocaina a clienti della piazza locale. Gli operatori della Polizia di Stato, avuti precisi riscontri come l’attività di spaccio del nigeriano, riusciroano ad ottenere informazioni, attraverso le quali poterono localizzarlo in un appartamento posto nel noto Quartiere Giardino- Arianuova-Doro. Gli operatori nella mattinata di ieri si posero in appostamento nei pressi della abitazione ed una volta entrati con discrezione riuscirono a sorprendere il nigeriano nella sua stanza da letto, trovandolo in possesso di cocaina (oltre 10 grammi) già confezionata in n.21 palline di nailon termosaldato, copioso materiale per il confezionamento ,pronte per la cessione, ed una ingente somma di denaro in contante.

OSEMUDIAHMEN David venne pertanto tratto in arresto ed al termine delle formalità di rito su disposizione della A.G. e accompagnato presso la propria abitazione in regime degli Arresti Domiciliari in attesa dell’udienza Direttissima.

Si evidenzia come il giovane nigeriano, incensurato e da poco residente all’interno dell’appartamento oggetto della perquisizione, possa essere ritenuto ben inserito nella locale malavita nigeriana quale pedina medio-alta nello spaccio di ingenti quantitativi di cocaina, rappresentando un vero e proprio punto di riferimento per i giovani spacciatori che utilizzano il sistema di contare sull’appoggio di vari connazionali che li proteggono durante le operazioni di cessione ai clienti locali. Infatti, gli spacciatori sono soliti tenere la droga confezionata in palline nella loro bocca e la estraggono solamente nel momento in cui il cliente paga la somma concordata. Contemporaneamente gli altri connazionali fiancheggiatori presidiano la zona in bicicletta, con la funzione di vedette per eludere i controlli delle Forze di Polizia.

Si evidenza infine che grazie alle numerose segnalazioni da parte dei cittadini residenti nella zona e grazie al prezioso supporto fornito dal sistema di video sorveglianza installato nell’impianto sportivo “Stadio Paolo Mazza”, si sono potuti raccogliere preziose informazioni che hanno consentito di portare a termine l’operazione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.