• Mer. Ago 10th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Cento. L’Assessore Pedaci illustra le principali azioni messe in campo dell’Amministrazione in tema di sicurezza integrata e di sostegno alle attività della Polizia locale, alla luce degli stanziamenti previsti e alla risorse ottenute dai finanziamenti regionali, per un progetto di sicurezza urbana integrata nella zona di Via Matteotti

DiFONTE COMUNICATO STAMPA

Lug 27, 2022


“Nell’ambito delle azioni che l’Amministrazione ha posto in atto sul tema sicurezza c’è il progetto che abbiamo denominato “SMART-Polizia di comunità. Controllo di vicinato e rete commerciale di vicinato: recupero e prevenzione”. Abbiamo recentemente avuto la conferma del finanziamento da parte della Regione Emilia-Romagna del 90% del progetto, che ha un valore complessivo di 30 mila euro” annuncia l’Assessore Pedaci nel corso della Commissione prima tenutasi per l’illustrazione dell’avanzo di amministrazione.  
Il progetto, che troverà attuazione nei prossimi mesi, rivolge la propria azione in particolare su via Matteotti, una delle principali porte di ingresso al centro storico della nostra città, che ha visto negli anni cambiare il proprio tessuto commerciale e sociale. Tante e multietniche sono oggi le attività commerciali, tanti gli studenti che frequentano i diversi istituti scolastici e tante sono le persone che l’attraversano anche solo per andare alla vicina Autostazione. Una zona con diverse sfumature che a seconda del momento possono anche rapidamente trasformarsi da opportunità a problema. Questo progetto punta a realizzare sul nostro territorio un modello di Sicurezza Urbana Integrata che vede coinvolti i diversi attori e il loro ambiente: commercianti, associazioni di categoria, volontariato, servizi comunali, popolazione studentesca e Polizia Locale. Diverse sono le azioni che si svilupperanno, ma unica è la loro finalità: aumentare la sicurezza dei cittadini. L’ Assessore alla Sicurezza Pedaci precisa le azioni “Inizieremo il percorso con i residenti della via, dopo l’ottima esperienza avuta con il controllo di Vicinato. Importante è che si crei una rete di informazione tra chi abita nella zona, per generare un maggior senso di sicurezza diffusa e soprattutto per sapere come comportarsi e gestire situazioni che si possono generare, in ogni zona. Lato Amministrazione, si procederà anche all’installazione di videosorveglianza integrandola nel sistema cittadino per la prevenzione e la repressione dei fenomeni criminali e si valuterà il miglioramento dell’illuminazione pubblica, dove necessario. Inoltre, la nostra Polizia Locale sarà fornita di Bodycam, DPI e mezzi tecnologici per la gestione delle segnalazioni della cittadinanza”. A queste azioni si affiancheranno tutta un’altra serie di iniziative di formazione e informazione anche in collaborazione con enti del Terzo Settore per diffondere le tecniche di comunicazione atte a favorire l’integrazione multietnica, interculturale e la corretta gestione del conflitto anche mediante la formazione del volontariato organizzato degli assistenti civici.Particolare attenzione viene poi data alla formazione delle tecniche di contrasto e prevenzione dei fenomeni di violenza giovanile per gli operatori di Polizia Locale e dei Servizi Sociali. Infine attraverso la collaborazione con “Avviso Pubblico” si istituiranno dei corsi di formazione su anti-riciclaggio e anti-corruzione per i dipendenti comunali e le associazioni di categoria.L’Assessore conclude “Queste azioni, insieme al Piano sicurezza presentato recentemente dal Sindaco, con gli interventi sul Giardino del Gigante, vanno nella direzione che come Amministrazione ci siamo dati: affrontare la sicurezza in maniera sistematica, con attività di prevenzione e azioni immediate per rispondere ai cittadini”.
Nell’ambito delle risorse che saranno stanziate tramite l’avanzo di amministrazione disponibile, che sarà votato nel prossimo Consiglio Comunale di giovedì 28 luglio, saranno finanziati un nuovo automezzo per la Polizia Locale, l’acquisto e il riscatto di rilevatori della velocità per un totale di 35 mila euro circa che andranno a potenziale i dissuasori di velocità già installati. “La scelta del riscatto di quattro velox già in possesso del Comune va nella direzione di creare un’economia di gestione per l’ente, che trova risparmio di 42 mila euro sui prossimi 3 anni, nell’acquisto rispetto al mantenimento del canone di noleggio della strumentazione.” precisa Pedaci.