• Gio. Lug 18th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CENTO: secondo il PD “CONSIGLIO COMUNALE con alcune brutte sorprese per CENTO, XII MORELLI e BEVILACQUA”

DiGiuliano Monari

Dic 1, 2016

“L’attesa delibera sul CARNEVALE e la sulla sua programmazione triennale e, soprattutto, sul progetto NATALE di questa Amministrazione – si legge in una nota diramata dal Gruppo Consiliare PD di Cemto – è stata ritirata perché i revisori dei conti hanno redatto un parere contrario (mai era arrivata in Consiglio una delibera con parere contrario). È stato, così, obbligatorio, per la maggioranza, fare dietrofront.

Si è arrivati lunghi e maldestramente su un appuntamento, come il Natale, che è il più calendarizzabile al mondo. Da oltre 2000 anni cade il 25 di dicembre…

Ora si dovrà correre ai ripari con un Consiglio comunale straordinario sempre se l’Amministrazione troverà un modo per dare legittimità alla pasticciata delibera presentata e poi ritirata. 

Il Pd ha dato massima disponibilità a collaborare per cercare, a questo punto, di metterci una pezza.

Novità sorprendenti e, per la verità, piuttosto incomprensibili, anche in frazione.

A DODICI MORELLI l’Amministrazione e la maggioranza (con alcune “diserzioni”) hanno deciso di vendere un piccolissimo lotto di appena 40 metri per €25’000 ad una società che gestisce impianti e telefonia mobile. Si tratta del piccolo lotto su cui è installato il ripetitore Wind della frazione. Il Comune ha in mano un contratto di affitto di €5’000 l’anno per i prossimi sei anni. Eppure ha scelto di alienare l’immobile rinunciando così alle prerogative del proprietario. 

Chi potrà, domani, impedire alla società che diviene proprietaria del lotto di affittare il palo ad altri gestori moltiplicando il numero delle antenne insediate? 

Questo rischio per la frazione di XII Morelli vale solo venticinquemila euro? 

Si è venduto un lotticino di terreno a reddito (che in 6 anni avrebbe reso più di quanto incassiamo oggi) ma soprattutto si è rinunciato all’unico strumento che il Comune aveva per dialogare da una posizione di forza con il gestore di telefonia mobile. Il tutto per un importo assolutamente modesto se parametrato alle casse del Comune di Cento ed è dunque una delibera assolutamente incomprensibile. 

Davvero la serenità di questa frazione è stata svenduta.

La novità per BEVILACQUA è, poi, ancor più sorprendente: 

da domani il Comune di Cento non si occuperà più della propria SCUOLA MATERNA. 

Con la nuova convenzione è stato infatti deciso che manutenzione ordinaria è straordinaria della scuola centese  dove vanno i bambini di Cento sarà in carico al Comune di Crevalcore. La Dirigente scolastica e i genitori dei bambini della materna centese di Bevilacqua non potranno più rivolgersi al Comune di Cento per chiedere la riparazione di una tapparella o la sostituzione di un rubinetto… ma dovranno andare nel vicino Comune. Con questa delibera Bevilacqua è un po’ meno centese. 

Una scelta che fa il paio con la cancellazione dell’Inter già avviato per la costruzione di una nuova palestra nella frazione. Evidentemente la Giunta Toselli sta ridefinendo i confini del nostro comune…

Tutto ciò senza parlarne con nessuno dal momento che né la consulta di Bevilacqua né quella i dodici Morelli sono state informate mentre il tentativo del Partito Democratico di portare ad un ripensamento si è scontrato contro la forza dei numeri anche se con qualche eccezione in seno alla maggioranza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.