• Lun. Lug 22nd, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

‘Come ho fatto a … ‘: Intervista a Giordana GOVONI di Coccinella Gialla – Il VIDEO

DiGiuliano Monari

Ott 4, 2016

Di Klaudia Maria BRETTA

La prima puntata dell’edizione 2016 di ‘Come ho fatto a .. a cura di Klaudia Maria Bretta è dedicata alla fondatrice e Presidente della Coccinella Gialla Onlus.

Nella prima intervista della nuova rubrica “Come ho fatto a…” siamo andati a far visita alla signora Giordana Govoni, presidente Anffas Cento che gestisce la struttura socio-riabilitativa residenziale “Coccinella Gialla”. Le abbiamo posto alcune domande per scoprire proprio com’è nato un centro così ben strutturato nel nostro territorio centese.

 

– Com’è nata l’idea di questa struttura e qual’è stato l’iter per aprire una centro di questa portata?

 

E’ stato il desiderio di molti genitori di ragazzi diversamente abili di dare ai propri figli un ambiente accogliente e idoneo alle loro esigenze, cosa che il territorio 10 anni fa non offriva.

Inizialmente facendo parte dell’Anffas nazionale abbiamo pensato di visitare strutture a cui ispirarci, non ce n’era però una che avesse esattamente le caratteristiche da noi richieste. Abbiamo proseguito chiedendo un finanziamento alla regione Emilia Romagna. Parte vitale è stato l’aiuto datoci da due professionisti centesi, l’architetto Cavicchi e il geometra Pareschi. Era difficile conciliare le idee di tutti. Abbiamo comprato il terreno auto finanziandoci però a quel punto non avevamo più molte risorse così abbiamo chiesto una mano alla Fondazione Cassa di risparmio di Cento, che ci ha dato davvero un grande aiuto. E poi le persone e i volontari, sono sempre stati una parte vitale per la nascita e la crescita della struttura a cui va un grande ringraziamento.

 

– Parlando invece dell’organizzazione del centro. Com’è composta la struttura e l’organico?

 

La struttura centrale ha 20 posti letto, due per ogni camera ognuna con il proprio bagno, abbiamo una palestra, una lavanderia, una cucina. Inoltre 5 casette e un grande open space.

Per le persone con disabilità ci sono gli O. S.S.  in più abbiamo 6 educatori che progettano per ogni persona un cammino anche condiviso dai famigliari, è tutto un lavoro fatto sulla crescita personale.

 

– Infine, come possono i cittadini centesi aiutarvi? 

 

I cittadini centesi ci aiutano già tanto attraverso le offerte o  ai contributi che danno in “memoria di”. Abbiamo anche con la Cassa di risparmio di Cento e il Credito Cooperativo un accordo grazie al quale chi è un correntista può lasciare automaticamente ogni mese 3 euro. Inoltre abbiamo molti volontari che settimanalmente vengono a fare con i nostri ragazzi vari laboratori come canto, teatro, musico-terapia, fotografia.

 

Infine vi è un nuovo progetto, la costruzione di una nuova struttura per creare un gruppo appartamento per 6 persone per dare modo anche di fare dei soggiorni di sollievo e la signora Giordana Govoni invita tutta la cittadinanza alla posa della prima pietra il 25 Ottobre alle ore 15 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.