• Ven. Lug 19th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

CORPORENO: Raid nella notte, rapinata la Tabaccheria Dall’Angela

DiGiuliano Monari

Apr 5, 2017

Ancora un furto ai danni di una attività commerciale, stavolta il mirino dei ladri si è orientato a Corporeno, alla Tabaccheria Dall’Angela in via Statale 85. Erano le 3 e 20 di ieri notte quando un rumore fortissimo “ci ha buttati giù dal letto” ha detto Cristina Lavezzo, moglie del titolare della Tabaccheria Renato Borgatti. A quel punto – spiega Cristina – “abbiamo realizzato che stava succedendo qualcosa nel negozio sottostante”. Infatti i titolari alloggiano proprio nell’appartamento sopra il negozio e sono stati svegliati dal frastuono creato dai malviventi che stavano forzando la porta del negozio. “Appena il tempo di aprire le imposte della finestra e scorgere una persona corpulenta e vestita di scuro che stava scappando, ma – aggiunge – ritengo che potessero essere in due”. I ladri, infatti, avevano già messo a segno il loro disegno criminoso. Utilizzando un piede di porco ed altri attrezzi come spranghe di ferro che poi hanno abbandonato sul luogo durante la precipitosa fuga, avevano divelto la saracinesca e successivamente, utilizzando un piccone, avevano spaccato la vetrata del negozio che tra l’altro è piuttosto robusta, essendo antisfondamento. Una volta all’interno si sono impossessati di 6.000 euro di gratta e vinci strappando letteralmente il supporto dalla sua sede e circa 400 euro di sigarette che hanno cacciato in fretta e furia dentro ad un sacco. Un furto di una rapidità incredibile che non ha lasciato il tempo ai titolari il tempo di scendere le scale. Una volta giunti nel negozio, infatti, hanno potuto solamente constatare i danni e avvertire i carabinieri. Sul posto si sono portate due pattuglie dal Comando Compagnia di Cento per dare avvio alle indagini e in mattinata, il negozio, è stato oggetto di indagine accurata anche da parte del Reparto Investigazioni Scientifiche, per cercare qualche traccia dei ladri che possa essere di aiuto agli inquirenti nel cercare di dare un nome ed un volto ai malviventi. Anche i consiglieri regionali Alan Fabbri e Marco Pettazzoni (LN) hanno espresso solidarietà allo storico militante Renato Borgatti “vittime di questo odioso episodio”. “Abbiamo chiesto un coordinamento interforze  – spiegano – per affrontare quella che è una vera e propria emergenza. L’insicurezza non è soltanto percepita ma reale, il caso di Corporeno lo ha dimostrato per l’ennesima volta”.

Furto alla Tabaccheria dall’Angela di Corporeno lo sfogo della titolare Cristina Lavezzo

È duro lo sfogo della titolare Cristina Lavezzo che punta il dito sulle “leggi italiane che tutelano i ladri e non i cittadini onesti che lavorano, giorno dopo giorno, con grandi sacrifici per tenere in piedi un’attività da oltre 50 anni”. E aggiunge: “i ladri, in questo Paese, sanno che andranno impuniti e perciò fanno tutto quello che vogliono con la quasi certezza di farla franca. Il nostro Governo –  attacca Cristina, amareggiata, guardando sconsolata il disastro causato dai malviventi nel loro raid notturno – non tutela assolutamente chi, come noi, e tanti altri commercianti e cittadini italiani, lavorano duramente e onestamente. Poi, oltre al danno di circa 10.000 euro dovendo ripristinate anche le porte e la saracinesca, la beffa del fatto che i tagliandi del gratta e vinci non ce li hanno bloccati e quindi, oltre ad aver perso i 6.000 euro già pagati per il loro l’acquisto, i ladri potranno smerciarli indisturbati”. Poi si permette anche una battuta: “noi, rispetto ad altri colleghi, ci riteniamo fortunati, perché l’ultimo furto l’abbiamo subito nel 2008”.

cristina lavezzo

Cristina LAvezzo

furto tabaccheria corporeno 5 aprile 2017-2

 

furto tabaccheria corporeno 5 aprile 2017 furto tabaccheria corporeno 5 aprile 2017-1 furto tabaccheria corporeno 5 aprile 2017-3

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.