• Sab. Mag 21st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

FERRARA: CARICENTO: In crescita patrimonio, utili e dividendo

DiGiuliano Monari

Mar 31, 2014

Conferenza stampa bilancio 2013di Giuliano Monari

Un 2013 nel segno del rafforzamento e crescita per Cassa di Risparmio di Cento, attiva a fine anno con 46 filiali nelle provincie di Ferrara, Bologna e Modena.  ll Consiglio d’Amministrazione ha approvato il progetto di Bilancio che sarà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea dei Soci convocata per il 29 aprile 2014. Risultato d’esercizio in deciso miglioramento rispetto all’anno precedente portante un l’utile netto di 7,6 milioni (+228,4% sul 2012), 3,7 milioni escludendo il beneficio netto della rivalutazione ex lege delle quote Banca d’Italia. In miglioramento tutti gli altri indicatori di redditività e di solidità:il margine di intermediazione sale a 95,4 milioni di euro (+10,3% rispetto al 2012) mentre il risultato netto della gestione cresce del 15,2%. Le spese amministrative diminuiscono dello 0,62% al netto degli eventi una tantum non ripetibili (fondo esuberi personale) ed aumento imposte a carico della clientela. In aumento tuti i rapporti di copertura dei crediti deteriorati con il dato complessivo che si attesta al 41,7% (38,1 nel 2012) in linea con le best practices del settore. Il ROE raggiunge il 4,14% (2% senza il beneficio relativo alle quote Banca d’Italia), era il 1,24% nel 2012. Aumenta il dividendo per i soci. Il Cda proporrà all’assemblea dei soci un dividendo di 0,12 euro per azione (il doppio rispetto al 2012).  Caricento ha sempre corrisposto un dividendo ai propri azionisti, anche negli anni di maggiore difficoltà economica, valorizzando l’investimento fatto da migliaia di persone che hanno creduto nelle sue potenzialità di crescita. Nell’ultimo anno i soci sono aumentati raggiungendo il numero di 8261. L’utile distribuito in forma di dividendo è pari a 1,8 milioni di euro (pay out 23,5%) mentre i rimanenti 5,8 milioni saranno proposti per assegnazione a riserve; si propone pertanto la integrale patrimonializzazione a beneficio di tutti i soci della plusvalenza netta di 3,9 milioni derivante dalla rivalutazione ex lege delle quote di Banca d’Italia. Anche nel corso del 2013, sesto anno consecutivo di crisi economica, Cassa di Risparmio di Cento non ha fatto mancare il suo sostegno al territorio; il credito alle imprese decresce del 2,6% contro un meno 4,4 regionale e meno 5,5 nazionale. Non c’è stata stretta creditizia ma non è venuta meno l’attenzione al merito del credito, punto di forza della Banca: le sofferenze sono pari al 3,8% del totale degli impieghi netti, decisamente più basse della media italiana. La Cassa si è rafforzata, grazie alla propria azione,  anche dal punto si vista patrimoniale (tier 1 e total capital ratio) anticipando i requisiti richiesti dalla normativa di Basilea III. I numeri di questo Bilancio – ha commentato il Presidente di Caricento Carlo Alberto Roncarati, che ha presentato i dati nel corso di una conferenza stampa a Ferrara con il Direttore Generale Ivan Damiano – dimostrano e confermano che la Cassa di Risparmio di Cento intende proporsi  sempre più come il partner bancario di  riferimento per il nostro territorio. Siamo una realtà in crescita che ha generato valore durante tutti gli anni della crisi, conservando un rendimento positivo per i nostri 8.000 e più soci e sostenendo famiglie ed imprese nel momento di maggiore difficoltà dal secondo dopoguerra sia per la grave crisi economica sia per le conseguenze del sisma del maggio 2012. Continueremo su questa strada – ha concluso Roncarati – senza dimenticare l’impegno a favore della crescita, non solo economica, del territorio. Cassa di Risparmio di Cento, tra le tante iniziative messe in campo, ha attivato una partnership con la Fiera di Ferrara, sta dando pieno supporto a imprese e enti locali per la ricostruzione post sisma ed è attualmente impegnata attraverso i propri spazi nell’organizzazione di eventi culturali per tutta la comunità.  Nel corso del 2013 Cassa di Risparmio di Cento ha rafforzato l’impegno nello sviluppo di prodotti legati alle nuove tecnologie, dall’home banking alle app per tablet e smartphone, per andare incontro alle esigenze della clientela più propensa all’utilizzo dei canali evoluti. Alle giovani coppie sono anche destinati i mutui casa, con tassi concorrenziali, messi sul mercato da Cassa di Risparmio di Cento per dare una risposta a tutte quelle persone che vogliono acquistare una casa. Le iniziative che abbiamo pianificato ed attivato negli anni precedenti per far crescere l’efficienza della banca, stanno dando risultati pienamente soddisfacenti – ha commentato il Direttore Generale di Caricento Ivan Damiano – La Cassa è solida,  crea valore per i soci ed è in grado di raggiungere gli obiettivi del proprio piano industriale al 2015  con le proprie forze. Oltre al programma socio, che sarà operativo fra alcune settimane, nei prossimi mesi saremo sempre più concentrati nell’offrire servizi innovativi a quelle piccole e medie imprese ancora vitali,  che operano sui mercati internazionali ma anche domestici, e che hanno bisogno di partner finanziari solidi e  competenti  per crescere e agganciare pienamente la ripresa”. Nelle prossime settimane Cassa di Risparmio di Cento presenterà un nuovo pacchetto di prodotti riservato ai Soci: un’iniziativa per dare ancora maggiore valore agli oltre ottomila clienti che hanno investito nella banca e che ora avranno anche la possibilità di accedere a nuovi prodotti e servizi con l’obiettivo di rafforzare il legame tra la banca e i suoi principali stakeholder. 

Lascia un commento