• Sab. Mag 21st, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

IL SINDACO DI CENTO: NUOVI TAGLI DEL GOVERNO AGLI ENTI LOCALI, è venuto il momento di dire BASTA

DiGiuliano Monari

Ott 14, 2013

Di Giuliano Monari

Il sindaco di Cento dice “no” ad altri tagli agli Enti Locali” esindaco in consiglio comunale 2013 presenta un ordine del giorno col quale intende chiedere al Governo centrale di fare “un rapido e totale ripensamento. Per un cambio di rotta che tuteli il rapporto di fiducia fra amministratori locali e “amministratori nazionali” cancellando una manovra che ferisce profondamente le tante Comunità locali”….Di questo se ne parlerà mercoledì in Consiglio comunale con un odg a firma del Sindaco che – spiega – “come non siano più accoglibili manovre studiate e redatte a tavolino, senza la condivisione alcuna degli Enti Locali che altro effetto non hanno se non indebolire sempre più il sistema dei servizi e offendere la dignità delle Comunità”. Per queste ragioni il sindaco porterà mercoledì in Consiglio Comunale il documento col quale chiederà “al Governo di affrontare finalmente il necessario taglio della spesa pubblica affondando per una volta il bisturi laddove vi sono davvero sprechi e privilegi, non sul territorio dove si erogano i servizi ed ogni giorno si affrontano le paure, le speranze, i problemi della gente.

PREMESSO CHE – si legge nel dispositivo a firma di Lodi – nei giorni scorsi il Governo con un Decreto Legge ha nuovamente concentrato la scure dei tagli sugli Enti Locali: CONSIDERATO CHE si tratta di Decreto e che dunque presto dovrà approdare in Aula per la relativa conversione; Ritenendo non più sostenibile il perdurare di politiche di taglio sempre ed esclusivamente ai danni degli Enti Locali che hanno già sostenuto un pesante peso per il risanamento del Paese: TUTTO CIÒ PREMESSO: Il Consiglio comunale di Cento dice basta e si rivolge ai Ministri ed ai Parlamentari per ricordare a tutti che non sono sostenibili ulteriori tagli agli Enti Locali. Il Consiglio comunale di Cento vuole alzare dai territori una voce di ferma condanna per un’azione di governo che contraddice parole di rispetto e di cambiamento di passo nel rapporto Stato Centrale ed Enti Locali ma che si sostanzia ancora una volta in ferite a Comuni e Province, con conseguenze pagate sempre dai soliti, sempre dagli stessi. Ovvero dai cittadini. Il Consiglio comunale di Cento, assieme a tanti altri amministratori lungo tutto la Nazione,

CHIEDE
al Governo di affrontare finalmente il necessario taglio della spesa pubblica affondando per una volta il bisturi laddove vi sono davvero sprechi e privilegi, non sul territorio dove si erogano i servizi ed ogni giorno si affrontano le paure, le speranze, i problemi della gente.

Il Consiglio comunale di Cento, infine

SOTTOLINEA
come non siano più accoglibili manovre studiate e redatte a tavolino, senza la condivisione alcuna degli Enti Locali che altro effetto non hanno se non indebolire sempre più il sistema dei servizi e offendere la dignità delle Comunità.

Per questi motivi, infine, questa Assemblea civica

RIVOLGE UN ACCORATO APPELLO
allo Stato centrale per un rapido e totale ripensamento. Per un cambio di rotta che tuteli il rapporto di fiducia fra amministratori locali e “amministratori nazionali” cancellando una manovra che ferisce profondamente le tante Comunità locali.

Lascia un commento