• Sab. Apr 13th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

La civiltà e l’educazione (perduta)

DiGiuliano Monari

Dic 28, 2020

Di Marco Cevolani
Dopo le baldorie natalizie in giro si trova un po’ di tutto… se il grado di civiltà di una città, della nostra città, si misurasse in base all’educazione dei propri abitanti, Cento avrebbe un bel 5 in pagella. Forse un 6 politico, visto che non tutti gli abitanti sono così. Certamente il servizio di raccolta differenziata porta a porta è da rivedere completamente: togliendo i bidoni del rusco, anche quelli differenziati, la gente che magari pensa bene di mangiarsi la pizza al parco non hanno posto dove mettere i rimasugli delle proprie cibarie, e non può essere però una giustificazione e  tantomeno lo può essere il fatto che alcuni sembrano i bidoncini degli aeroporti o che qualche cittadino (come si evince dalla foto) vi ripone i propri rifiuti domestici. L’inciviltà delle persone arriva poi ad abbandonare rifiuti lungo la via o peggio infilarli nella buchetta dell’ignaro cittadino di turno. Senza poi contare l’abbattimento di staccionate (cosa vecchia però che nessuno ha ancora sistemato)Insomma se Cento è sporca è anche un po’ colpa di chi la abita, in tutto o in parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.