• Dom. Apr 21st, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

LETTERA AL DIRETTORE: CLARAMBIENTE, I MANCATI RITIRI PARREBBERO AVERE UNA REGIA

DiGiuliano Monari

Ott 28, 2020

Caro Direttore,

Cento: chi vuole continuare a credere a fantomatici disservizi di Clara e pensare che dietro ai reiterati e vergognosi mancati ritiri non vi sia una regia?

In via De Gasperi, dove da luglio scorso Clara, le ditte subappaltatrici, e il direttore generale Amman proprio in un’assemblea voluta dal Sindaco Toselli e dal Vicesindaco Maccaferri sono state diffidate a cessare la violazione di proprietà privata, con il pericolo transito dei mezzi e il deposito non autorizzati di ben 40 bidoni, ci si sveglia con un miraggio sotto gli occhi: i rifiuti raccolti a tempo di record!

Alle ore 8,00, percorrendo la proprietà privata, si trovano i piccoli carrellati pefettamente svuotati, ma 20 metri più in là, appena si esce sulla via pubblica Borghi, ecco che appare l’incubo, bidoni traboccanti!

A nulla è valsa l’instancabile richiesta degli abitanti della Ceres e dei quartieri attigui di raccogliere e pulire, con puntualità, anzi UNO SFACELO DOCUMENTATO.

Che cosa spinge Clara ad effettuare un servizio impeccabile sulla via privata e a lasciare l’indecenza sulla via pubblica? Cosa incoraggia il D.G.Amman a non far cessare la violazione di proprietà privata e a rischiare in prima persona una denuncia penale? Cosa spinge il Sindaco Toselli a ignorare le lecite e civili rimostranze dei cittadini?

Si potrebbero fantasiosamente ipotizzare diversi vantaggi e obiettivi sottaciuti, che non sono solo la grande riduzione dei costi che la partecipata potrebbe aver ottenuto saltando regolarmente dal 2015, e continuando a saltarli, i ritiri di via Borghi e di diverse altre aree a Cento, ma ben altro.

Non é solo il grande vantaggio economico di Clara quando il bidone diventa “condominiale” perciò scarica i costi di lavaggio, pulizia della piazzola e di rotture sui “Condomini”, pur essendo servizi già pagati nella tariffa. Non sono solo le multe che Clara si direbbe intenzionata ad erogare direttamente alla nuova mucca da mungere: il Condominio!

E’ in corso la rivoluzione che a breve vedrà arrivare in casa gli aumenti di una “tariffa puntuale”, di cui nulla si è detto e si dice ai cittadini.  Così ogni  “unità abitativa singola” e ogni “Condominio” si suppone avranno un “ignoto e forse sottostimato volume massimo” di rifiuti da conferire, che una volta superato dovrà essere pagato di più!

Se due più due fa ancora quattro, voleranno salassi Condominiali  più che esosi e si lascerà che nei palazzi si litighi su chi ha messo un sacchetto in più!

E’ forse il momento di riflettere e tirare le somme…a primavera le nuove amministrative attendono i Centesi.

firmato: I cittadini che credono in una Cento migliore

Grazie per aver letto questo articolo…

Dal 23 gennaio 1996 areacentese offre una informazione indipendente ai suoi lettori.. Ora la crisi che deriva dalla pandemia Coronavirus coinvolge di rimando anche noi.
Il lavoro che svolgiamo ha un costo economico non indifferente e la pubblicità dei privati, in questo periodo, non è più sufficiente.
Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge e, speriamo, ci apprezza di darci un piccolo contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di persone che ci leggono ogni giorno, e che ringraziamo, può diventare fondamentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.