• Lun. Dic 5th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

LIBERTÀ PER CENTO. SI AVVERA LA NOSTRA PREVISIONE: L’amministrazione ACCORSI acquista la scuola di cartone di Corporeno Siamo tornati agli errori di LODI

DiFONTE COMUNICATO STAMPA

Set 30, 2022

In esecuzione della Direttiva di Giunta n.17 del 04/08/2022, è stata adottata la Determinazione n. 862 del 11/08/2022, esecutiva, a firma del Dirigente del Settore Lavori Pubblici, con la quale è stato approvato lo schema del presente avviso pubblico :
DI RICOGNIZIONE IN MERITO ALL’ESISTENZA NELLA FRAZIONE DI CORPORENO DI IMMOBILI DA ALIENARE AL COMUNE CI CENTO E DA ADIBIRE A SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO – MENSA – PALESTRA AD USO SCOLASTICO E FUNZIONALI ALLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ DELLE SOCIETA’ SPORTIVE LOCALI.
Quindi , nonostante il ripristino delle Pascoli , il totale inutilizzo delle vecchie suole Don Milani di corporeno , la costruzione delle nuove scuole di Renazzo , la previsione delle nuove scuole a casumaro finanziate dal fantomatico PNRR , aggiungiamo al parco scuole di proprietà del comune anche l’immobile di corporeno costruito miracolosamente da una società benefattrice in soli 78 giorni nel ormai lontano 2012 dopo un iter discusso anche nelle aule di tribunale .Si ricorda che tale immobile fu affittato con la
delibera di Consiglio Comunale n. 83 del 9 agosto 2012 in cui è stato deliberato di avvalersi dello strumento del contratto di locazione di cosa futura per la messa disposizione da parte di operatori privati, individuati a seguito di procedura negoziata, di immobili da adibire ad uso scolastico al fine di permettere la puntuale ripresa delle attività didattiche entro l’inizio dell’anno scolastico 2012/2013 : 2. che con la medesima delibera sono state determinate le clausole essenziali del contratto, demandando alla Giunta Comunale ( LODI sindaco e PEDACI vice ) l’approvazione del contratto di cui trattasi : – Durata massima ventennale; – Diritto di opzione per l’acquisto di tutto o in parte dell’immobile con scomputo dei canoni di locazione corrisposti, le cui modalità di esercizio saranno definite di comune accordo tra le parti al momento dell’esercizio del diritto stesso, anche con parziale permuta o vendita di immobili di proprietà dell’Amministrazione comunale; – Facoltà di recesso totale o parziale prima della scadenza. IL CANONE DI LOCAZIONE FU STABILITO IN INIZIALI 601.712 € + IVA ovvero esborso per la regione Emilia-Romagna che ha pagato il canone di 734.088 € annui, in attesa del ripristino delle scuole Pascoli avvenuto finalmente nel 2020 . Con successiva delibera di giunta LODI nr. 287 del 23.12.2014 ( LODI e PEDACI assenti ) e successivo avallo del consiglio comunale nr. 94 del 29.12.2014 con mio voto contrario fu acquistato una parte del immobile per 570.900€ + iva complessivi 627.990 € ( sborsati dal comune ). Tale operazione fu costruita per attenersi alla spending review voluta dal governo che imponeva una riduzione dei canoni di affitto pagati dagli enti pubblici , recepita dalla delibera di giunta LODI nr. 183 del 14.8.2015 . Ciò ha determinato una riduzione del canone di affitto che la società benefattrice pretendeva in 564.000€ annui + iva . Attualmente parrebbe essere di 531.000 , tanti sono i ricavi dichiarati annui dalla società proprietaria dell’immobile, ovvero CENTRO EMILIA TERREMOTO 2012 SRL C.F. 01877750388.Perciò fino ad oggi sono stati spesi 6.912.726 euro iva compresa salvo errori + gli affitti 2022 ( 531.000€ + iva / 12 x 9 = 485.865 € ) per un totale di 7.398.591 € .L’amministrazione TOSELLI aveva destinato nel bilancio previsionale 2021-2023 la cifra di 2.650.000 € al acquisto delle scuole che contengono ad oggi 170 ragazzi su una superficie di oltre 6.000 mq . Purtroppo dal bilancio che abbiamo esaminato della società benefattrice proprietaria , ci risulta un debito residuo con ICCREA di 4.225.079 € …….al 31.12.2021 NON SARÀ MICA PER QUESTA DIFFERENZA CHE SI È SCATENATO IL PUTIFERIO ? Inoltre , MA QUANTO VALE DAVVERO QUEL CARTONE IMMENSO IN VIA PEDAGNA ? E QUANTO COSTA DI MANUTENZIONE ANNUA ? SERVE DAVVERO AL COMUNE UNA SCUOLA COSI GRANDE ? La questione si aggrava se alla cifra colossale sopra esposta aggiungiamo il costo di ripristino delle Pascoli che pare ammontino ad oltre 2 MILIONI e la confrontiamo con la cifra iniziale della regione Emilia-Romagna che stimava in 400.000€ la spesa per il semplice ripristino post sisma della scuola . INOLTRE dal bilancio 2021 della società benefattrice Contestualmente rileviamo che il PATRIMONIO NETTO della società è passato dai 10.000 euro ( diecimila ) iniziali del 2012 ai 558.177 del 31.12.2021 mediante l’accumulo degli utili annuali . Quindi si confermano i vecchi dubbi , ma come poteva una società neo costituita con appena 10.000 € di capitale ottenere un mutuo di 7 MILIONI a vent’anni per costruire una scuola se non aveva la certezza di affittarla per poi pagare con l’affitto la rata del mutuo di oltre 350.000 € annui per vent’anni ? Qualcuno senza vergogna insiste a dire che è stata un opera encomiabile ma io oppongo a costoro che se I SOLDI FOSSERO STATI LORO cosa avrebbero fatto questi amministratori della roba degli altri , perché questo è il DENARO PUBBLICO, OVVERO TASSE DEI CONTRIBUENTI , avrebbero così disinvoltamente speso tale cifra complessiva di oltre 12 MILIONI ( nella migliore delle ipotesi o 13,4 nella peggiore , ovvero accettando la richiesta della società benefattrice ) ?400.000 € contro i 13,4 milioni di € complessivi . Ritornano tutti i dubbi iniziali del 2012 esplicitati in un mio intervento di 37 minuti ininterrotti in consiglio comunale del 9.8.2012 .A tale proposito consiglio caldamente ai consiglieri comunali di minoranza di fare un accesso agli atti per farsi consegnare il preliminare di acquisto ed il ROGITO del terreno originario del 2012 onde verificare la effettiva registrazione e destinazione d’uso futuro del bene su cui fu costruita miracolosamente la meraviglia in oggetto . Ed infine cosa farà il consiglio comunale del 2022 ? Cosa faranno i paladini dei cittadini , avranno il coraggio di esprimersi o faranno i piagnistei infantili di questo primo anno di nuova legislatura comunale ? Cosa faranno i miei , PER FORTUNA EX alleati di orgoglio centese , visto il legame lavorativo fra il presidente del consiglio comunale dipendente BCE e il consigliere delegato della società benefattrice centro Emilia terremoto 2012 Srl che è anche presidente della stessa banca ? cosa farà l’ex consigliere regionale amico di bonaccini ? Cosa farà la paladina del pattume ? Evidentemente l’assenza dal consiglio comunale di MATTARELLI fa comodo …. A qualcuno che da trent’anni FANNO I PADRONI DELLA ROBA DEGLI ALTRI , ma purtroppo per LOR signori , LIBERTÀ PER CENTO È QUI , io sono qui e pur non essendo nativo di questa città la vorrei vedere finalmente LIBERA DA QUESTA OPPRESSIONE delle lobby che da trent’anni condizionano la politica per fini tutt’altro che nobili. MARCO MATTARELLI PRESIDENTE LIBERTÀ PER CENTO