• Mer. Mag 25th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

L’UNIONE DEI COMUNI DELL’ALTO FERRARESE E’ REALTA’

DiGiuliano Monari

Apr 3, 2014

DSC06710CONSIGLIO COMUNALE CONGIUNTO COSTITUZIONE UNIONE ALTO FERRARESE
Cento, Bondeno, Mirabello, Poggio Renatico, Sant’Agostino e Vigarano Mainarda sono riuniti nell’Unione dei Comuni Alto Ferrarese. A ratificare questo momento epocale la seduta del Consiglio comunale congiunto di mercoledì 2 aprile, convocata nella tensostruttura di piazza 1° Maggio a Mirabello e aperta dalla suggestiva esibizione della band dei Fev. La scelta di questo spazio e la colonna sonora affidata al brano ‘BellEmilia’ hanno voluto simbolicamente e significativamente richiamare il terremoto che ha colpito il territorio delle sei municipalità e l’imponente e tenace impegno di ricostruzione post sisma. Ognuno dei consessi ha approvato, unanimemente, l’Atto Costitutivo e lo Statuto dell’Unione, che dunque sarà ufficialmente costituita davanti al notaio, dopo i trenta giorni di pubblicazione dei documenti ratificati nel corso della seduta. La sua istituzione conclude il percorso di trasformazione dell’Associazione Intercomunale Alto Ferrarese, nata il 26 novembre 2001, che contestualmente si considererà naturalmente sciolta. Proprio nell’ambito dell’Associazione, la Conferenza dei sindaci ha avviato, sin dal 2011, un cammino teso a valutare l’opportunità di Unione, affidando un incarico esterno per l’elaborazione di un apposito studio di fattibilità e, dal febbraio 2013, ha effettivamente iniziato a elaborare  il progetto. Prima di giungere al Consiglio di mercoledì 2 aprile si sono succeduti diversi passaggi con i gruppi politici di maggioranza e di opposizione e i sindacati, in particolare per l’esame e la condivisione delle norme dello Statuto, propedeutici alla sua realizzazione. L’Unione, che avrà sede presso il Comune di Mirabello, promuove la valorizzazione e lo sviluppo socio economico dei territori degli enti locali che la costituiscono; l’integrazione tra i Comuni che la compongono e il miglioramento dell’efficienza e dell’efficacia delle funzioni e dei servizi erogati ai cittadini nell’intero territorio, anche attraverso l’ottimizzazione delle risorse finanziarie, umane e strumentali. Immediatamente, si insedierà la giunta dell’Unione, costituita dai sei primi cittadini, così da dare il via all’iter relativo alle convenzioni per la gestione associata delle cinque funzioni, che dovrà partire dal 1° gennaio 2015: pianificazione urbanistica, servizi sociali, polizia municipale, protezione civile e servizi informativi ad essi collegati. L’intento è quello dell’efficientamento  dei servizi e della contestuale riduzione della spesa pubblica, a fronte del principio dell’invarianza finanziaria. A fronte delle prossime elezioni amministrative che coinvolgeranno quattro comuni su sei, la composizione e la nomina del consiglio dell’Unione saranno posticipate a dopo il voto. L’organismo, che dovrà rispettare il principio della garanzia della rappresentanza delle opposizioni, sarà composta di 24 membri: Bondeno 5, Cento 8, Mirabello 2, Poggio Renatico, Sant’Agostino e Vigarano 3.

Lascia un commento