• Sab. Mag 28th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Notte del Liceo classico al Cevolani

DiGiuliano Monari

Mag 9, 2022

Venerdì 6 maggio il “Liceo Cevolani”, insieme ad altre 328 scuole in tutta Italia, ha partecipato per
il settimo anno alla Notte Nazionale del Liceo Classico che, dopo l’edizione dello scorso anno,
forzatamente ‘a distanza’, per le ragioni che tutti conosciamo, è tornata finalmente in presenza. La
prima parte della serata è stata comune a tutti i licei aderenti all’iniziativa: prevedeva, dopo una
breve introduzione e i saluti della Dirigente, prof.ssa Stefania Borgatti, la proiezione del video con
la canzone L’Onda Perfetta, scritta per l’occasione dal cantautore fiorentino Francesco Rainero
come inno della Notte, i saluti del Coordinatore nazionale e ideatore dell’evento, prof. Rocco
Schembra e la lettura, da parte delle autrici stesse (tra cui la nostra studentessa Giorgia Bagnara,
della classe 4^ C) dei due testi vincitori del concorso Io e il mio Daimon; hanno fatto seguito i saluti
del Vicesindaco, dott.ssa Vanina Picariello, e la presentazione del programma da parte del referente
d’istituto, il prof. Claudio Ricci. Alla presenza del Sindaco, dott. Edoardo Accorsi, è poi cominciata
la serata del “Liceo Cevolani”, nella quale i ragazzi si sono prodotti in rappresentazioni teatrali,
monologhi, recital e letture che avevano per oggetto testi della tradizione letteraria, non solo
classica ma anche italiana ed europea, accomunati dal tema della madre e della maternità; molte
delle belle scenografie sul cui sfondo i ragazzi hanno recitato si devono all’impegno degli alunni
della scuola media Il Guercino. Questa parte centrale della serata è stata introdotta dalla lettura di
una poesia del nostro alunno Francesco Suffritti, recentemente scomparso. A lui è stata dedicata al
“Liceo Cevolani” la notte di quest’anno, durante la quale ha avuto luogo l’inaugurazione dell’
Angolo della poesia in sua memoria: una panchina ed un’aiuola di fiori, nel cortile della magnolia. A
spezzare la serata, come da tradizione, la conferenza, tenuta nella Sala Zarri del Palazzo del
Governatore, dalla professoressa Francesca Cenerini, docente di Storia romana all’università di
Bologna; la conferenza, avente come oggetto Società e maternità nel mondo romano, è stata seguita
con attenzione e vivo interesse; ad essa è poi seguita la premiazione degli studenti vincitori del
concorso Exegi monumentum aere perennius, in memoria della professoressa Barbara Castaldi. Al
ritorno a scuola il pubblico ha potuto gustare le specialità del buffet greco, organizzato, nel pieno
rispetto delle norme sanitarie imposte dalla pandemia, dalla centese Sala da tè. Dopo il buffet sono
ricominciati i laboratori dei ragazzi e alle ore 23.45 il professor Ricci, accompagnato da alcuni
giovani musicisti, in contemporanea con tutti gli altri licei classici aderenti all’iniziativa ha concluso
la piacevole serata con la lettura di alcuni versi delle Dionisiache di Nonno di Panopoli.