• Mer. Giu 29th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

PIEVE DI CENTO: Sulla chiusura della Piscina il Sindaco Borsari chiarisce

DiGiuliano Monari

Mag 19, 2022

CHIARIMENTO SU PISCINA: “Sono sorpreso e molto dispiaciuto dal fatto che si stia spargendo la notizia che la prolungata chiusura della piscina presso il grand hotel bologna dipenda da “qualcosa che non sta facendo il Sindaco”. Credo sia doveroso chiarire come questa notizia sia completamente e fastidiosamente FALSA. Questi i fatti: Il 28 gennaio il Sindaco, a seguito di un sopralluogo congiunto di ASL e Polizia Locale Reno Galliera, emette ordinanza di chiusura immediata della piscina in quanto sono state riscontrate gravi inadempienze e mancanze da un punto di vista sanitario che pregiudicavano la sicurezza degli utenti. Il 14 febbraio il Sindaco convoca una riunione fra gestori, ASL e Polizia locale chiedendo ai dirigenti di ASL e al vicecomandante della Polizia locale di spiegare ai gestori della piscina cosa dovevano fare per riaprire e assicurare le necessarie condizioni di sicurezza e regolarità. Il 25 marzo i gestori della piscina inviano PEC al Comune con quanto necessario per dimostrare di aver adempiuto a quanto indicato nell’ordinanza. Il giorno stesso il Comune trasmette ad ASL la PEC ricevuta. La mattina del 1° aprile ASL effettua sopralluogo di controllo che dà esito positivo e il pomeriggio del giorno stesso trasmette al Sindaco verbale di sopralluogo con “nulla osta” a riaprire. La sera dello stesso giorno il Sindaco emette atto di Revoca dell’ordinanza di chiusura che viene notificata il giorno dopo, ovvero il 2 aprile. Da quel giorno pertanto, per quel che compete a Sindaco e Comune, la piscina poteva riaprire. Non sappiamo perché oggi la piscina sia chiusa ma di sicuro: CIÒ NON DIPENDE DAL COMUNE, NÉ DAL SINDACO. Tutti gli uffici del Comune, di ASL e della Polizia hanno fatto quanto di loro competenza e in tempi rapidissimi. Si è fatto anche tutto il possibile per aiutare e accompagnare il privato. Cercheremo di informarci su quali siano le ragioni di questa prolungata chiusura e di questo silenzio nonostante tutto quello che è stato fatto per riaprirla in sicurezza e in tempi rapidi, ma intanto era importante chiarire la situazione per quella che è.”