• Dom. Lug 21st, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

RENAZZO: paura per un incendio alle scuole elementari

DiGiuliano Monari

Nov 10, 2016

Di Giuliano Monari

Attimi di paura ieri mattina per un incendio divampato in una piccola aula della scuola elementare di Renazzo. L’incendio è scoppiato proprio all’ora di entrata dei bambini e la prontezza e rapidità del personale e delle docenti ha scongiurato qualsiasi conseguenza per i bimbi che sono stati fatti uscire immediatamente in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. Sul posto si sono recati anche i carabinieri di Cento per le prime indagini sulle cause che, comunque, sembrerebbero da ricondurre a cause di origine elettrica e non agli impianti. Le fiamme si sono sviluppate con ogni probabilità da una lampada posta su di un tavolino che era all’interno di una delle piccole aule che occasionalmente vengono utilizzate per piccoli lavoretti con i bambini. Al momento dell’entrata degli alunni nella scuola le maestre e le bidelle si sono immediatamente accorte che c’era del fumo che usciva da una delle aule. Appena hanno aperto la porta dell’aula si sono trovate di fronte alle fiamme che stavano già avvolgendo un piccolo mobiletto. Subito hanno tentato di estinguere l’incendio utilizzando gli estintori in dotazione e contemporaneamente hanno dato l’allarme ai pompieri di Cento. Richiusa prontamente la porta hanno subito fatto evacuare la scuola dirottando i bambini nella Sala Polivalente che si trova proprio di fronte all’entrata della scuola. Per questa operazione è stato determinante l’aiuto della polizia municipale che, fortunatamente, era ancora presente per le operazioni di controllo del traffico che quotidianamente svolgono all’ora di entrata a scuola. Molti genitori che erano ancora presenti all’esterno della scuola hanno tornato a caricare i loro piccoli in macchina per fare ritorno a casa; per molti altri, invece, è stata aperta la Sala Polivalente per farli stare al riparo ed al caldo assistiti dal personale docente. Intanto sul posto si sono portate due squadre di pompieri da Cento che hanno immediatamente provveduto allo spegnimento delle fiamme che, nel frattempo, avevano già intaccato parte dell’infisso e semidistrutto il mobiletto di legno sul quale si trovata la lampada che, con ogni probabilità, ha innescato il rogo. “La scuola – ha dichiarato la dirigente scolastica del Istituto Comprensivo 3 Stefania Borgatti –  presumibilmente resterà chiusa per la giornata e domani, dopo essermi confrontata col sindaco, penso che si potranno riprendere le normali lezioni”. Un rogo quindi che sarebbe stato innescato da una lampada che, forse, sarebbe rimasta accesa durante la notte e, surriscaldandosi, avrebbe causato l’incendio del mobiletto di legno sul quale era posizionata. Il fumo denso che si è sprigionato aveva invaso anche tutto il primo piano della scuola. Come è facile comprendere, il fatto che la scuola sia stata evacuata e chiusa per la giornata, ha inevitabilmente causato qualche disagio per i tanti genitori che hanno dovuto rivedere l’organizzazione familiare. Fortunatamente, comunque, solo qualche attimo di apprensione ma nessuna conseguenza per i tantissimi bambini. Confermata la riapertura della scuola dove dal Comune riassicurano che nel giro di un paio di settimane l’aula di sostegno dove si è sviluppato l’incendio sarà nuovamente agibile dopo i lavori di rimessa a norma”. Il sindaco Fabrizio Toselli ha espresso gratitudine nei confronti del personale e del copro docente che “non appena accortisi del fumo, sono intervenuti con l’estintore, hanno dato l’allarme e condotto un’operazione di evacuazione da manuale. Confermo – ha aggiunto – quanto detto l’altra sera alla riunione con i rappresentanti dei genitori: avevamo già programmato interventi volti alla valutazione del rischio e all’efficientamento dei percorsi di esodo in caso di emergenza”.  Ieri mattina si sono presentati anche i consiglieri Diego Contri e Marco Pettazzoni.

20161109_085524_via-di-renazzo 20161109_085055_via-marco-polo 20161109_084030_via-di-renazzo 2 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.