• Gio. Ago 18th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

SALDI: “Segnali timidi ma positivi” così ASCOM Ferrara

DiGiuliano Monari

Gen 13, 2014
saldi “Dopo una decina di giorni di partenza dei saldi  – lo scorso 4 gennaio e che proseguiranno fino al 4 marzo – registriamo qualche piccola ma importante nota positiva – commenta il presidente provinciale Ascom Ferrara Giulio Felloni – insomma Ferrara è in linea con il trend nazionale che Federazione Moda Italia ha riscontrato nella sua indagine (+ 3%) rispetto al 2013. Una tendenza che fa ben sperare e che tiene conto anche di elementi meno confortanti che vengono invece dalla periferie o dai centri più piccoli  dove come evidenziato anche dai nostri presidenti territoriali l’aspetto della tassazione pesante e vorace quanto la precarietà economica ed occupazionale certamente frenano i consumatori in relazione a specifiche situazioni locali  – e prosegue Felloni – è  evidente che alleggerire la tassazione e contemporaneamente proporre sconti di almeno un 30% rispetto ai prezzi pre saldi può essere un primo elemento che può aiutare i consumi: negli acquirenti si registra la volontà di acquistare, sempre con un occhio attento al portafoglio, alla qualità ed alla utilità”. 
Il presidente Felloni interviene poi sulla ripresa dei lavori sul cosiddetto Listone nella centralissima piazza Trento Trieste, dopo la pausa natalizia: “In una nostra recente lettera inviata come Ascom Confcommercio all’Amministrazione Comunale abbiamo richiesto un incontro nel quale chiediamo sin d’ora di razionalizzare ed ottimizzare il più possibile gli interventi sulla piazza. Suggeriamo – ad esempio – di suddividere l’area in precisi settori intervenendo e completando ogni porzione prima di lavorare sulle altre in modo tal da rendere il più possibile i lavori sopportabili e gestibili. Gli imprenditori commerciali già subiscono una situazione complessa e pesante – la tassazione, i problemi di accesso e viabilità solo per ricordarne alcune – ed i lavori della piazza non devono essere un ulteriore difficoltà. Ricordo che abbiamo stimato come Confcommercio un calo di almeno del 20% nei fatturati a seguito dei lavori sul Listone ed è ovvio che i negozi non possono resistere ancora per molto tempo a questo reale disagio”. 

Lascia un commento