• Ven. Dic 9th, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

SALVINI a Corporeno: “NOSTRI SINDACI HANNO GLI ATTRIBUTI” – Tutta la Lega con Contri – la nostra intervista a Salvini

DiGiuliano Monari

Giu 3, 2016

salvini e contri corporeno 2 giugno 2016

“Per un’Emilia sempre meno rossa, sempre più libera, che fa lavorare chi merita, non gli amici degli amici. L’occasione storica c’è, in democrazia è il voto. Chi non vota per il proprio Comune e non sceglie la Lega è complice di Renzi” Lo ha detto questa sera il leader della Lega Nord Matteo Salvini, ospite a Villa Borgatti di Corporeno, a sostegno del candidato sindaco Diego Contri. Corporeno è stata per Salvini la tappa finale di un intenso tour emiliano-romagnolo, a sostegno dei candidati del Carroccio, o sostenuti dal Carroccio (come il caso di Contri). Con Salvini anche Alan Fabbri, capogruppo leghista in Regione, che ha chiesto dal palco la “fiducia” agli elettori, invitandoli ad andare a votare domenica 5 giugno, il segretario Lega Emilia Gianluca Vinci e il consigliere regionale Marco Pettazzoni. “Noi ci siamo – ha detto Salvini – abbiamo candidati giovani, onesti, idee chiare per le nostre città. Aspettiamo i cittadini domenica alle urne”. Nella squadra degli aspiranti primi cittadini che hanno accolto il leader del Carroccio, questo pomeriggio nel ferrarese, anche Gianluca Lombardi (Portomaggiore), Davide Bergamini (Vigarano) e Barbara Grassilli (Formignana).
Salvini ha poi fatto una digressione sul ruolo del sindaco, giudicato “fondamentale”. I primi cittadini – ha detto il segretario federale leghista – hanno un ruolo fondamentale, per risistemare città abbandonate e anche per dire dei no. Quando il prefetto ti chiama e ti chiede di beccarti dei clandestini, un sindaco dei nostri dice no. I nostri sindaci hanno gli attributi per farlo”.
Questa sera, venerdì, alle 19,30 al Palasport di Cento Diego Contri e le liste a suo sostegno (Lega Nord, Forza Italia, Progetto Centese e Noi Che) hanno organizzato la festa di chiusura. “Sarà il nostro grazie ai cittadini, dopo mesi di intensa campagna elettorale. La presenza di Salvini questa sera ci ha richiamato al ruolo fondamentale dei sindaci e all’importanza di un controllo su immigrazione, oggi relegata alla totale anarchia, con gravi conseguenze per la sicurezza. Vogliamo tornare a vivere la nostra città e le nostre frazioni in tranquillità, e vogliamo farlo con l’aiuto di tutti”, dice il candidato di Cento.