• Ven. Dic 2nd, 2022

Il primo giornale telematico di Cento

Savignac fa il ‘punto’: “Passano i mesi e le cose non cambiano con Lodi e la sua giunta” e su Mattarelli ”può smettere di sognare, non è la persona adatta a fare il Sindaco”

DiGiuliano Monari

Ott 8, 2015

george savignac 2015-1Si è tenuta oggi la conferenza stampa di Georges Savignac, del movimento civico Obiettivo Cento, che dopo alcuni mesi di silenzio, vuole fare il punto della situazione politica.

“Passano i mesi e le cose non cambiano con Lodi e la sua giunta, presi dal loro atteggiamento chiuso e irrispettoso verso i cittadini, basti pensare all’edizione del carnevale 2016, in cui ad ottobre ancora non si hanno notizie di alcun genere, nemmeno per i poveri carristi che lavorano senza sapere quale sarà il loro destino..” afferma Savignac che aggiunge: “in questi anni abbiamo assistito ad una cattiva gestione su ogni fronte, in cui ogni cosa che è stata fatta, è stata fatta male, in ritardo e con uno spreco di soldi vergognoso; solo i soldi spesi per la manifestazione “Cento in Love”, costata 20.000€, sono un insulto al buon senso. Decisamente Claudia Tassinari è il peggior assessore avuto nella storia di Cento, se di assessore si può parlare visto che per lo sport non ha mai fatto assolutamente nulla.”

Si passa poi a parlare di centro-destra:” La strada imboccata dal centrodestra è quella giusta; i movimenti civici passati e presenti stanno scaldando i motori, c’è voglia di partecipazione e sebbene i movimenti siano tanti, la parola d’ordine è una sola: unità del centro destra”. Sui partiti politici dichiara:” E’ in atto un confronto sereno tra tutte le forze politiche, e sebbene tutti temino una possibile divisione tra FI e Lega Nord, credo proprio che si andrà verso una grande coalizione vincente di tutto il centro destra.”

“il mio ruolo in tutto questo sarà di sostenere la coalizione verso la vittoria, riallacciando quei rapporti con realtà industriali e bancarie che sono venute meno negli anni per colpa di battaglie personali che nulla hanno a che vedere con la politica. Il futuro candidato dovrà tenere presente queste realtà e avere come primo obiettivo quello di riorganizzare l’ufficio tecnico del comune, che è il vero ostacolo alla ricostruzione.”

Infine Savignac si sofferma sulla possibile candidatura di Marco Mattarelli: ”Mattarelli può smettere di sognare, non è la persona adatta a fare il Sindaco, troppi rancori personali che lo hanno visto mettersi in guerra con la stessa Banca in cui lavorava. Cento non può permettersi di avere l’ennesimo sindaco che ha come obiettivo quello di distruggere le realtà funzionanti del territorio, realtà di cui avremo bisogno per governare.”; poi tuona: ”Se il centro destra candiderà Mattarelli troverà in me e nel mio gruppo, non un alleato  ma un duro avversario.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.