• Mer. Apr 17th, 2024

Il primo giornale telematico di Cento

TUZET: “Lodi, difensore di Toselli?”

DiFONTE COMUNICATO STAMPA

Mag 21, 2021

Oggi, 20.5.2021,compare su un giornale locale un commento dell’ ex sindaco Lodi riferito alla vicenda dei tredici consiglieri dimissionari. Il rappresentante del PD locale afferma innanzitutto che secondo lui le dimissioni dei consiglieri sono valide (non si addentra però nella spiegazione dei motivi di questa sua tesi) ed aggiunge anche con intento conciliatorio e magnanimo, per il bene della Comunità, bontà sua,che non presenterà alcuna azione legale. Ossia, convinto di aver ragione in virtù della legge per un atto anche da lui sottoscritto e poi validato da un notaio , accetta e convalida una situazione irregolare,che avvantaggia i suoi avversari politici e che evidentemente lui stesso giudica illegale.!!Costui è un pubblico amministratore!!
Qualche giorno fa il signor sindaco Toselli in un video messaggio annunciava ai sudditi di essere ancora in carica con diritti e ( doveri ???) come se nulla fosse successo. Intendo per dovere almeno quello di spiegare per bene ai concittadini come si sono svolte le cose venerdì 7.5.2021e in forza di quale meccanismo o articolo di legge l’azione dei tredici consiglieri era stata annullata. Le vaghe dichiarazioni del sindaco Toselli e del signor Lodi ,pubblici ufficiali, hanno invece il pregio di confondere ancora di più l’opinione della gente già disgustata dalle liti, dai ritardi e dai loro pasticci amministrativi. Poi, nell’ articolo odierno P.Lodi per infierire sul “traditore”???indica come inqualificabile il contegno di Diego Contri senza neppure accorgersi che lui con le dichiarazioni di oggi fa la stessa identica cosa di Contri e ,in aggiunta ,con motivazioni solo apparentemente diverse ma per certi aspetti concettualmente assai simili. Il sig.consigliere Lodi , forse a sua insaputa e con qualche giorno di ritardo imita”l’ inqualificabile”secondo lui sig. Diego Contri .
Siamo nel paese caro al famoso Cardinale e non dovremmo meravigliarci per simili fatti ma c’è un limite a tutto.
Il gruppo RISORGICENTO, al quale appartengo ,non denuncerà ovviamente nessuno ma è senz’altro più attento del signor Lodi agli aspetti legali e ai comportamenti pubblici di chi è coinvolto nella vicenda. Per tale motivo, anche costretto dalla reticenza e dalla scarsa deontologia di alcuni pubblici amministratori che scordano di informare i cittadini, farà un esposto per tentare di conoscere ciò che qualcuno vuole nascondere. F.Tuzet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.